PATTO EMILIANO-M5S, CENTRODESTRA: “UN’ALLEANZA BASATA SUL TARTUFO… SONO QUESTI I PROBLEMI DEI PUGLIESI!”

Nota congiunta dei capigruppo del centrodestra Davide Bellomo (Lega), Stefano Lacatena (Forza Italia), Paolo Pagliaro (La Puglia Domani) e Ignazio Zullo (Fratelli d’Italia). 

“Ciò che non poté Rousseau poté il tartufo: è su questo che si fonda il patto politico tra Emiliano e i 5stelle! 
 
Finalmente Emiliano e i grillini escono allo scoperto, promuovendo, nella maratona del Consiglio regionale sul bilancio, un emendamento sui tartufi  dirimente per gli equilibri interni. Questa allargata maggioranza, quindi, piuttosto che fondare le sue alleanze e la sua azione di governo sui reali problemi dei pugliesi, a partire dal diritto alla salute, orienta il suo collante concentrandosi su questioni di grandissimo rilievo per la comunità come… i tartufi!  
 
Infatti, sull’emendamento proposto dai 5stelle e inviso ad una parte della maggioranza, Emiliano, con la consueta concretezza, ha sedato i dissensi richiamando i suoi consiglieri alla condivisione della proposta caldeggiata dai pentastellati  in virtù del famoso accordo. 
 
Credevamo che nell’aula del parlamentino regionale fosse richiesto un impegno e spirito di servizio per rispondere a problemi stringenti e urgenti dei pugliesi, dall’emergenza Covid alla crisi economica. E, invece, no: i tartufi sono più importanti della cassa integrazione e del ritardo nella distribuzione dei vaccini anti-influenzali. 
 
A questo punto, invitiamo, per coerenza, i colleghi 5 stelle ad abbandonare la parte dell’aula riservata all’opposizione e ad accomodarsi tra le fila dei nuovi compagni di avventura”.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.