Rifiuti, Mazzarano: “Aumentano i costi a causa della pandemia, la Regione deve aiutare i Comuni”

“La Regione Puglia deve collaborare con i Comuni che dall’inizio della pandemia sono costretti a sostenere costi maggiori per la raccolta dei rifiuti solidi urbani per i cittadini in quarantena domiciliare fiduciaria”.


È questo il senso dell’emendamento alla legge di bilancio proposto dal consigliere regionale del Pd, Michele Mazzarano, il cui contenuto è stato recepito dal governo regionale.
“Continua l’azione di prossimità della Regione Puglia che dimostra ancora una volta di essere vicina ai cittadini – commenta Mazzarano – per questo non posso che esprimere soddisfazione per la risposta del governo regionale che nella pure complicata lunga fase emergenziale  che stiamo attraversando non fa mancare la propria presenza ed il proprio sostegno ai sindaci ed ai Comuni del territorio”.
“E proprio in considerazione della particolare congiuntura economica a seguito dell’emergenza sanitaria provocata dal Covid-19 che vede i Comuni in prima linea nella gestione della pandemia, anche attraverso l’erogazione di servizi specifici, quale ad esempio il servizio di raccolta dei Rifiuti Solidi Urbani per i soggetti in quarantena domiciliare fiduciaria, rifiuti che, per espressa previsione delle autorità sanitarie non possono essere differenziati ma devono obbligatoriamente essere smaltiti in discarica con aumento dei relativi costi a carico dei Comuni, la Regione Puglia prevede un contributo una tantum per i Comuni che, sulla base di criteri specifici che la Regione adotterà entro 60 giorni dalla pubblicazione del presente atto, ne faranno richiesta”.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.