Operatori Portuali Salentini (OPS!) su LNG Edison a Brindisi

In relazione a quanto apparso sulla stampa e alle dichiarazioni del Presidente dell’Adsp MAM Prof. Patroni Griffi relativamente al progetto LNG Edison nel porto di Brindisi, abbiamo espresso all’Ente Portuale la nostra soddisfazione nell’aver appreso che le eccezioni da noi sollevate sono state superate. In particolare che l’ormeggio ipotizzato dal progetto potesse compromettere quasi del tutto l’utilizzo della banchina di Costa Morena Est da parte di altre navi. 

L’autorità di Sistema Portuale ci ha infatti comunicato che le nostre osservazioni sono state recepite e che il progetto è stato modificato in modo da garantire 300-320 metri di banchina utile per il mantenimento delle attuali e future operazioni portuali, attività che dovrà essere garantita anche dall’Autorità Marittima.

Ribadiamo il concetto che lo spirito degli operatori portuali è quello di accogliere nuove opportunità imprenditoriali nel porto, se, come nel caso prospettatoci, significano aumentarne la competitività ed il traffico senza penalizzare l’esistente né lo sviluppo di quello futuro.

Infine, in base a quanto appreso, l’infrastruttura ferroviaria presente in banchina non subirà alcuna limitazione a causa della presenza dell’impianto e certamente l’Autorità di Sistema, che ha realizzato l’opera, lo potrà confermare e garantirne la piena operatività.

Firmato

OPS – OPERATORI PORTUALI SALENTINI

Ditta Fratelli Barretta 


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.