CONFESERCENTI BRINDISI: I PROBLEMI DEI RISTORATORI NON SI RISOLVONO VIOLANDO LA LEGGE. PERO’ GOVERNO E REGIONE INTERVENGANO CON URGENZA

I problemi di una categoria estremamente colpita dalla pandemia in atto, come quella dei ristoratori, non si risolvono violando le leggi in vigore.

E’ comprensibile la disperazione di chi non riesce più neanche a mettere un piatto a tavola, però non bisogna cascare nella provocazione della illegalità che non porta mai alcun risultato.

Il Governo nazionale e quello regionale, però, intervengano con urgenza per evitare che migliaia di attività di questo settore chiudano definitivamente i battenti. I ristori sono di scarsa entità ed arrivano in ritardo e quindi non si può continuare in questa direzione.

E’ necessario, invece, andare oltre, pianificando interventi strutturali che coinvolgano competenze locali, regionali e statali.
E’ evidente, pertanto, che ci aspettiamo risposte immediate per evitare che la situazione degeneri definitivamente.

Michele Piccirillo – Presidente f.f. Confesercenti Brindisi


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.