BRINDISI.Comitato spontaneo bar e dintorni:al Governo chiediamo di poter lavorare in condizioni di sicurezza

Un gruppo di gestori di bar,pub,  e di altre iniziative commerciali ha deciso di costituire un “Comitato spontaneo” allo scopo di chiedere al Governo ,attraverso il  sostegno del Comune di Brindisi e della Regione Puglia , di poter lavorare in condizioni di sicurezza  rifiutando  alcune ulteriori restrizioni previste dell’ultimo DPCM.

 Il Comitato non chiede ristori economici ma la possibilità di lavorare ad esempio per i bar con la possibilità di prendere il caffè al bancone , così come piccoli cambiamenti per altre categorie .

Per sostenere queste richieste il “Comitato spontaneo” promuove un sit in Venerdì 22 Gennaio alle ore 11,00 davanti al Comune di Brindisi ,in Piazza Matteotti dove chiede di incontrare il Sindaco di Brindisi, Riccardo Rossi, ed il presidente della Regione Puglia ,Michele Emiliano .

La richiesta di incontro per Rossi ed Emiliano parte oggi, Lunedì 18 Gennaio , in cui si chiede un loro sostegno a possibili modifiche  che permettano a tanti commercianti di questa città di non abbassare le saracinesche, che  aumenterebbe il tasso di disoccupazione già di per sé insopportabile.

Il Governatore Emiliano in campagna elettorale aveva promesso un forte sostegno alla città di Brindisi ed è arrivato il momento di dimostrarlo .

I promotori non chiedono miracoli ma solo di verificare tutte le possibilità che esistono per evitare da qui a qualche mese il peggio.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.