BRINDISI: RIFIUTI PERICOLOSI ABBANDONATI ALLA PERIFERIA DELLA CITTA’

 I CARABINIERI FORESTALI SEQUESTRANO DISCARICA ABUSIVA.INFORMATIVA DI REATO CONTRO IGNOTI – SI RICERCANO I RESPONSABILI

I Carabinieri forestali della Stazione di Brindisi, nell’ ambito dei controlli sistematici per il contrasto ai reati ambientali nelle aree rurali e periurbane,  hanno individuato una situazione di estremo degrado, con diffusi e ripetuti depositi incontrollati di rifiuti, anche pericolosi.

La zona è stata già in passato, anche recente, oggetto di interventi e sequestri da parte degli stessi Militari. Trattasi della contrada Gonella, a Sud-Ovest del capoluogo, precisamente in località “Villa Pignicedda”.

Vi sono stati rinvenuti quattro cumuli principali, di 100, 80, 75 e 70 metri quadri di superficie, rispettivamente, dove sono stati scaricati, a più riprese, rifiuti di varie tipologie: 

scarti di demolizioni edili, pneumatici fuori uso, scarti di auto-carrozzeria, infissi in legno e vetro, rifiuti urbani e “big bags”.

I Militari hanno sottoposto a sequestro preventivo penale le suddette aree, per interromperne l’ utilizzo illecito, e hanno redatto un’ informativa inoltrata alla Procura della Repubblica di Brindisi, per il momento a carico di ignoti, per il reato di cui al Decreto legislativo n. 152 del 2006 (“Testo Unico Ambientale”), art. 256, commi 1 e 2 (gestione illecita di rifiuti e deposito incontrollato).

Sono tuttavia in corso serrate indagini, in quanto i Carabinieri forestali hanno esaminato con cura i cumuli di rifiuti, estraendovi tracce che possono ricondurre ai responsabili. E’ pertanto possibile che nei prossimi giorni possa essere dato un nome almeno ad alcuni degli autori di siffatto scempio ambientale, da ricondurre con ogni evidenza al diffuso fenomeno dei “padroncini” di autocarri, che raccolgono rifiuti vari nella città, scaricando poi nelle campagne circostanti, per lo più lungo la viabilità secondaria ed in luoghi nascosti.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.