Chiusura Agenzie Entrate Casarano, Stefàno: “Si riconsideri la determinazione per il bene del territorio”

“Agenzia delle Entrate, la chiusura della sede di Casarano priva ulteriormente il Salento di un servizio essenziale, si riconsideri la decisione”.

È quanto chiede il senatore salentino Dario Stefàno, presidente della Commissione Politiche Ue, in una lettera indirizzata al Direttore dell’Agenzia delle Entrate, Avv. Ernesto Maria Ruffini. Una determinazione, la chiusura dell’Ufficio territoriale di Casarano con dislocamento a Lecce, che il senatore definisce “preoccupante” e mossa da sole esigenze di risparmio che non considerano la necessità di garantire ad un’area vasta servizi essenziali.

“Sempre per effetto della spending review la provincia di Lecce ha già pagato un prezzo alto, con la chiusura di diverse sedi come quelle di Gallipoli e Maglie – spiega Stefàno- con il conseguente impoverimento di servizi essenziali in un territorio che comprende 100 comuni e interessa oltre 800.000 cittadini. L’ufficio di Casarano, ad esempio,  serve oltre 31 Comuni”.

“Le sono pertanto a chiedere – conclude il senatore nella lettera al direttore – di riconsiderare una determinazione che rischia di compromettere l’accesso dei cittadini a servizi che rientrano nella sfera di quelli essenziali e che, contrariamente, devono saper resistere al riordino funzionale mosso da esigenze di risparmio, rispetto alla quale sarà mia premura interrogare anche il ministro di competenza”.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.