PRC su OSS Sanità Brindisi.Lettera aperta al Presidente Regione Puglia Emiliano, al Sindaco di Brindisi

al DG ASLBR, 

 alla stampa 

 La mancata proroga dei contratti, in scadenza il 31.01.2021, a 141 OSS sta  producendo danni nei reparti del Perrino, tanto che alcuni Direttori di UOC,  soprattutto di quei reparti impegnati a gestire i cittadini affetti da COVID-19, hanno  scritto che “non possono garantire i LEA”. 

È veramente incredibile che il DG Pasqualone abbia rinunciato a 141 operatori senza sostituirli, dovendo ancora affrontare la pandemia, che in questi giorni appare  ancora più preoccupante.  

Non si riesce a capire quale sia la logica che sottende alla scelta del Management  e del DG ASL BR Pasqualone, tenuto conto anche della disponibilità della  Regione Puglia alla proroga.  

Si chiede che ci sia un intervento del Presidente Emiliano, a tutela dei cittadini tutti,  utenti ed operatori, fermo restando che vanno precisate le responsabilità anche sul  piano giudiziario, per le difficoltà operative che si stanno verificando nei reparti del  “Perrino” e per l’aumento del rischio clinico. 

PRC Brindisi è a fianco degli OSS e degli operatori sanitari e delle istituzioni e  sindacati come la CGIL in lotta per il diritto al lavoro, il ripristino della legalità e  per un clima lavorativo adeguato a gestire la emergenza COVID, ma anche le  patologie no Covid nell’Ospedale Perrino e in tutte le strutture sanitarie anche  territoriali, a tutela del bene comune salute.  

  

 Fulvio Picoco Responsabile Sanità Prc Brindisi 

 Ivano Valente Segretario circolo di Brindisi


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.