Trasporto disabili. Mazzarano: “Sulla gestione Tundo vengano auditi in Commissione Sanità, Montanaro, Lopalco e Rossi”

“La vertenza relativa al trasporto disabili va affrontata al più presto. Per questo è indispensabile che vengano auditi in III Commissione Sanità, il Direttore del Dipartimento Promozione della Salute, Vito Montanaro, l’assessore  regionale alla Sanità, Pier Luigi Lopalco ed il Direttore dell’Asl di Taranto, Stefano Rossi”.

Il Consigliere regionale del Pd, Michele Mazzarano, torna a pochi giorni di distanza sulle gravi inadempienze contrattuali nei confronti dei lavoratori da parte della Tundo Spa,  azienda alla quale è stato affidato il servizio di trasporto dei pazienti disabili.
“Un quadro tutt’altro che chiaro – prosegue Mazzarano – ritardi nel pagamento degli stipendi (al momento risultano ancora non versate la mensilità di dicembre e la tredicesima), comunicazione ai lavoratori del ricorso ingiustificato agli ammortizzatori sociali, la cui procedura però non risulta avviata, sospensione dal lavoro di una dipendente per aver svolto attività sindacale. I sindacati hanno finanche chiesto all’azienda sanitaria locale di Taranto di esercitare il potere sostitutivo in modo che si possa procedere al pagamento degli stipendi”.
“Le ripetute e gravi violazioni  – conclude Mazzarano – impongono un approfondimento delle dinamiche tra l’azienda e gli operatori che, nonostante tutto, continuano a garantire il servizio”.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.