BRINDISI.Museo “F.Ribezzo” – Celebrazione de “Il Giorno del Ricordo”.

Anche quest’anno, nonostante l’emergenza sanitaria, da Covid19, il Polo Biblio Museale di Brindisi, diretto dall’Arch. Emilia Mannozzi, celebrerà in video conferenza, mercoledì 10 febbraio, alle ore 9:00, “Il Giorno del ricordo”, ricorrenza istituita dal Parlamento italiano nel 2004, prevedendo la presenza di Giovanni Nardin, figlio di esule da Pola, quale rappresentante di ANFVGD (Associazione Nazionale Friuli Venezia Giulia e Dalmazia) – Comitato Provinciale di Taranto nonché del Prof. Vito Andrea Mariggiò – Dirigente Scolastico dell’ Istituto Comprensivo “G. Mazzini” di Torre Santa Susanna e della Dott.ssa Anna Bobba – Dirigente Scolastico dell’Istituto Comprensivo “Rivanazzano Terme” di Pavia. 

Sarà lo stesso Giovanni Nardin che racconterà, in collegamento on line dall’Auditorium del Museo “F. Ribezzo” di Brindisi, il dramma di Vergarolla (Pola), la prima strage di italiani in tempo di pace, dove persero la vita 100 persone, tra cui sette suoi familiari.

Questa testimonianza vuole essere un piccolo tassello del grande mosaico della storia italiana in Istria.

Seguirà un approfondimento di interazione Scuola-Museo, anche con linguaggi diversificati.

E’ previsto il completamento dell’incontro con successivi elaborati da consegnare alla Direzione del “Polo Bibliomuseale” di Brindisi, piazza Duomo 7, 72100 Brindisi (email direzionepolobibliomuseale.brindisi@regione.puglia.it), entro il 15 aprile 2021


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.