SCUOLA, ZULLO (FDI): LA LETTERA A DRAGHI DEL MONDO DELLA SCUOLA E’ SIMILE ALLA MOZIONE DI FDI BOCCIATA. E’ LA CONFERMA CHE EMILIANO E IL SUO GOVERNO ROSSO-GIALLO SONO TOTALMENTE SCOLLEGATI DALLA REALTA’!

“Non c’è niente di più pericoloso dello scollamento fra i problemi della gente e chi governa. In Puglia sta succedendo.

“Martedì scorso, nell’ultimo Consiglio regionale, Fratelli d’Italia aveva presentato una mozione per chiedere al presidente Michele Emiliano un Piano organico sul rientro a Scuola in sicurezza, convinti che il mondo scolastico (studenti, genitori, professori, presidi, operatori scolastici) non potesse organizzarsi di ordinanza in ordinanza… di settimana in settimana. La mozione è stata non solo respinta, ma dal governo (assessori Lopalco, Leo e Maurodinoia) e dai consiglieri di maggioranza è stato detto che facevamo STRUMENTALIZZAZIONE POLITICA.

“Oggi tutti i sindacati pugliesi della scuola – Associazione Nazionale Presidi, Cisl Scuola, Flc Cgil, Uil Scuola, Snals, Anief, Fgu Gilda – hanno scritto  una lettera al presidente del Consiglio incaricato Mario Draghi, chiedendogli come uno dei primi atti del suo Governo la necessità di “armonizzazione, sul territorio pugliese, delle disposizioni in materia di scuola e rischio pandemico, riconducendo a livello nazionale le scelte da adottare in materia di attività didattica che l’attuale esecutivo ha di fatto delegato alle Regioni”.

“Insomma, denunciando al futuro premier che in Puglia non è più obbligatorio andare a scuola “in contrasto con le norme governative” ed evidenziando che “le ordinanze pugliesi attuano una sorta di scarico di responsabilità in merito al rischio pandemico” in primo luogo sui genitori.

“Praticamente i sindacati denunciano a Draghi ci? che noi denunciavamo nella Mozione… la nostra mozione è stata bocciata… Il Governo Rosso-Giallo che governa la Puglia boccia pure tutto il mondo della Scuola?”


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.