BLU EUROPEAN FESTIVAL GALLIPOLI LA CAPITALE ITALIANA DEL PROGETTO

Una settimana di incontri e performance artistiche  nei sei Paesi che stanno facendo prove tecniche di made in Europe

Lunedì 15 febbraio alle 11 nell’aula consiliare di Palazzo dei Celestini, a Lecce la conferenza stampa di presentazione dell’iniziativa

E’ Gallipoli la capitale italiana del Blu European Festival, brand del Fishfest, progetto cofinanziato dal programma COSME dell’Unione Europea che mette insieme sei piccoli borghi europei di pescatori – Pyrgos in Grecia, Bermeo in Spagna, Viana do Castelo in Portogallo, Durres in Albania, Herceg Novi in Montenegro e, dulcis in fundo, Gallipoli per l’Italia – con l’obiettivo di creare un marchio “made in Europe”  a promozione della storia e delle tradizioni di ognuno di essi.

Il Festival partirà martedì 16 febbraioe vedrà coinvolti importanti partner istituzionali. Il programma completo dell’iniziativa – incontri, esperienze, performance teatrali e il concept della mostra fotografica comune ai sei Paesi protagonisti del progetto – saranno presentati nel corso della conferenza stampa prevista per lunedì 15 febbraio alle 11,nella sala consiliare della Provincia di Lecce a Palazzo dei Celestini.

All’incontro con i giornalisti interverranno Stefano Minerva, presidente della Provincia di Lecce e sindaco di Gallipoli, Michelangelo De Palma, CEO di Agriplan – capofila del progetto – e Matteo Serra, presidente di Pazlab, l’azienda leccese che ha curato l’immagine per l’intero Festival.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.