BRINDISI.Cisal Chimici:Gli odierni accadimenti presso la centrale Enipower confermano le nostre recenti preoccupazioni

Gli odierni accadimenti presso la centrale Enipower sita nello Stabilimento Petrolchimico di Brindisi, che inevitabilmente coinvolgono le incolpevoli aziende coinsediate,  confermano le nostre recenti preoccupazioni circa i reiterati disservizi di natura elettrica occorsi e, probabilmente, non ancora adeguatamente affrontati.

Cisal Chimici, pur constatando i notevoli sforzi sostenuti in termini di investimenti ed ammodernamento, al fine di salvaguardare e valorizzare il duro lavoro prodotto dalle numerose maestranze attive nel sito, difficilmente apprezzato dai soliti detrattori esterni, cui invece soprattutto oggi riserviamo il  nostro sentito ringraziamento, ritiene indispensabile che qualcuno del nuovo corso Eni approfondisca fermamente  i fatti, esaminando, a questo punto, i limiti forse anche gestionali del Management locale e nazionale della stessa Enipower.

Le inefficienze tecniche, ribadiamo, comporterebbero una attenta analisi di eventuali disfunzioni organizzative, da effettuare, improcrastinabilmente e sotto la supervisione del consorzio Brindisi Servizi Generali, col coinvolgimento, nessuno escluso, delle coinsediate ai massimi livelli e delle Organizzazioni Sindacali.

 

Segreteria Provinciale Cisal Chimici

 Massimo Pagliara


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.