Vaccino anti Covid nelle scuole di Brindisi e provincia: si parte domenica

Al via domani la campagna di vaccinazione della Asl di Brindisi per il personale scolastico. L’appuntamento è alle 9 nell’ambulatorio vaccinale allestito nel Centro anziani di via Spagna, a Brindisi, e a Fasano nella sede del Presidio territoriale di assistenza, sempre a partire dalle 9. In totale tra docenti e altri operatori di scuole per l’infanzia e primarie saranno vaccinate 511 persone: 232 a Brindisi (personale degli istituti Cappuccini e Casale) e 279 a Fasano (scuole Collodi e Galilei). 

Nel Centro del quartiere Bozzano, messo a disposizione dal Comune di Brindisi, sono stati predisposti percorsi con apposita segnaletica per garantire la totale sicurezza. Il team del Servizio di Igiene e Sanità pubblica della Asl sarà composto da 10 operatori sanitari, con 8 postazioni di vaccinazione, una zona per la preparazione delle dosi, un’area dedicata alla compilazione dei moduli per il consenso informato, una sala d’attesa in ingresso e una in uscita, una zona per la gestione di eventuali emergenze.

Nel Pta di Fasano, invece, allestito con gli stessi criteri di sicurezza, saranno a disposizione degli utenti 3 postazioni con 8 operatori sanitari. 

Le vaccinazioni per il personale scolastico, circa 8mila persone in tutto nella provincia di Brindisi, proseguiranno ogni giorno e da martedì si aggiungeranno quelle per i 2mila rappresentanti delle Forze dell’ordine (per entrambe le categorie è utilizzato il vaccino AstraZeneca). 

Da lunedì 22 febbraio partono, invece, le prime 440 vaccinazioni (vaccino Pfizer) per gli over 80,  divisi tra il centro del quartiere Bozzano, a partire dalle 9, e il centro vaccinale territoriale di San Pietro Vernotico, dalle 14.30.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.