UE, D’AMATO (GREENS): NUOVO FEAMPA TRADISCE PICCOLA PESCA E AMBIENTE

“Da anni mi batto perché il regolamento del nuovo fondo Ue per la pesca, il FEAMPA, tutelasse finalmente la piccola pesca e con essa la biodiversità marina, dato che non mi stancherò mai di dire che la piccola pesca costiera è la chiave per una gestione sostenibile delle risorse.

I passi avanti che siamo riusciti a strappare al Parlamento, purtroppo, sono stati indeboliti dai negoziati con la Commissione e gli Stati membri. Nonostante siano state introdotte alcune norme che semplificano l’accesso ai fondi, purtroppo l’accordo raggiunto consentirebbe ai grandi pescherecci (quelli di lunghezza fino ai 24 m) di ricorrere a questo Fondo per finanziare operazioni come la riqualificazione, il ridimensionamento e il rinnovamento delle imbarcazioni e l’ammodernamento o la sostituzione dei motori. Noi avevamo ottenuto al Parlamento che tali fondi fossero riservati alle barche sotto i 12 metri e in particolare ai giovani pescatori, ma gli Stati membri si sono opposti. Sarei curiosa di sapere qual è stata la posizione del governo italiano in merito. Inoltre, l’accordo risulta anche indebolito per quanto riguarda il contributo del fondo alla protezione dell’ambiente marino:  posizione del Parlamento prevedeva che il 25% dei fondi attribuiti a ciascuno Stato Membro fosse destinato alla tutela e al ripristino della biodiversità e degli ecosistemi marini e costieri e alle conoscenze oceanografiche. Nell’accordo con il Consiglio questa disposizione è stata rimossa. Non possiamo permettere che soldi pubblici siano usati per finanziare il segmento redditizio dei grandi pescherecci a scapito della piccola pesca costiera e dell’ambiente”. Lo dice l’eurodeputata del gruppo dei Greens al Parlamento europeo, Rosa D’Amato.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.

BRINDISI.Si è perso il cane Totò, l’ appello disperato della padrona .

Totò, un bellissimo cane, affettuoso, che si è perso presso la struttura commerciale

Brinpark a Brindisi. Totò, che è come un figlio per la propria padrona, una donna

anziana. L’ultimo avvistamento di Totò il 17 mattina, al Parco del Cesare Braico, per

chi avesse  notizie questo il numero di cellulare a cui rivolgersi 3491449713.