BRINDISI.“non luogo a procedere” nei confronti dell’ex sindaco Angela Carluccio, Sergio Quaranta e Vito Carella.La vicenda, come è noto, si riferisce ad una missione istituzionale effettuata a Rimini

Si rende noto che il Giudice dell’Udienza Preliminare del Tribunale di Brindisi, dott. Maurizio Saso, in data 16 febbraio 2021, ha emesso una sentenza con cui si dichiara il “non luogo a procedere” nei confronti dell’ex sindaco Angela Carluccio, di Sergio Quaranta e dell’ex assessore Vito Carella in ordine al reato di truffa loro ascritto “per essere la notizia di reato già ritenuta infondata con decreto di archiviazione emesso dal P.M. Dott. Costantini di Brindisi in data 18 settembre 2019 in relazione ad altro esposto presentato da soggetti diversi ma contenente i medesimi fatti. 

La vicenda, come è noto, si riferisce ad una missione istituzionale effettuata a Rimini (in occasione della Fiera Internazionale Ecomondo per l’innovazione tecnologica ed industriale dell’economia circolare) nel  2016. La pubblica accusa, sulla scorta di un esposto presentato in Procura, ha sostenuto che i tre indagati avevano indotto in errore l’Amministrazione Comunale nel chiedere il rimborso delle spese di trasferta.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.