“Una storia quasi vera”, il professor Lapomarda sostiene l’AIL Brindisi con la raccolta-fondi della sua fiaba

Leggere una bella fiaba e contribuire ad una “nobile causa” con un bel gesto: da oggi è possibile anche a Brindisi, grazie all’iniziativa dell’ASD Releve Ritmica Brindisi che ha deciso di promuovere una raccolta fondi a favore dell’AIL Brindisi (Associazione contro le leucemie linfomi e mieloma) attraverso la lettura della fiaba “Una storia quasi vera” di Gaetano Lapomarda.

La fiaba, arricchita dalle illustrazioni di Angela Carrozzo è disponibile sul sito dell’ASD Releve Ritmica Brindisi all’indirizzo www.releveritmicabrindisi.it. E’ possibile scaricarla sia nel formato audiovideo che in quello pdf, attraverso una donazione online libera e facoltativa, o mediante bonifico bancario (Iban IT93 O030 3215 9000 10000003 139) in favore dell’AIL Brindisi, l’associazione che da circa trent’anni si occupa dei pazienti di leucemia, supportando l’Unità Operativa di Ematologia dell’Ospedale “Perrino”.

“Credo fortemente – dice Gaetano Lapomarda che lo sport possa e debba entrare nel sociale come portatore di valori ed emozioni che abbraccino sempre più aspetti della vita quotidiana”.

Entusiasta dell’iniziativa Carla Sergio, presidente dell’AIL Brindisi, che rimarca il valore aggiunto della solidarietà oggi più che mai: “Il mondo ha bisogno di persone che sanno donarsi agli altri, contribuendo con l’esempio ad una vita migliore per tutti. A nome di tutti i soci dell’associazione ringrazio di cuore il professor Lapomarda per la generosità e la sensibilità nei nostri confronti”.

Come scrive Domenico Casale nella prefazione “Una storia quasi vera” sembra scritta per i bambini, ma vuole rivolgersi agli adulti …


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.

BRINDISI.Si è perso il cane Totò, l’ appello disperato della padrona .

Totò, un bellissimo cane, affettuoso, che si è perso presso la struttura commerciale

Brinpark a Brindisi. Totò, che è come un figlio per la propria padrona, una donna

anziana. L’ultimo avvistamento di Totò il 17 mattina, al Parco del Cesare Braico, per

chi avesse  notizie questo il numero di cellulare a cui rivolgersi 3491449713.