Screening obbligatorio per la SMA. Galante(M5S): “Pensare a una convenzione con Lazio e Toscana nelle more dell’attivazione dello screening in Puglia”

“La proposta di legge approvata oggi è un segnale importante per le famiglie pugliesi, che arriva a due giorni dalla giornata mondiale sulle malattie rare.

Dal 2016 grazie alla legge 167 a prima firma della senatrice del M5S Paola Taverna lo screening neonatale è stato esteso a 40 patologie genetiche su tutto il territorio nazionale. Con la legge approvata oggi, in Puglia si estende lo screening anche alla diagnosi precoce della SMA, come fatto già da Lazio e Toscana. Per questo durante l’esame del testo in Commissione ho proposto di audire in Commissione i responsabili del Centro Regionale per lo Screening neonatale e del laboratorio di medicina genomica istituito nell’ospedale Di Venere di Bari in modo da capire come fare per rendere immediatamente operativa la norma e che nelle more dell’attivazione dello screening sia possibile fare una convenzione con queste due Regioni già avanti in questo progetto, in modo da essere i più veloci possibile nell’iniziare a effettuare i test”. Lo dichiara il consigliere del M5S Marco Galante a margine della Commissione Sanità in cui è stata approvata all’unanimità la proposta  di legge sullo “Screening obbligatorio per l’atrofia muscolare spinale – SMA”.

“In Lazio e Toscana – continua Galante – lo screening neonatale per la SMA è stato avviato due anni fa grazie a un progetto pilota coordinato dall’Università Cattolica di Roma. A settembre del 2020 oltre 30.000 genitori avevano dato il consenso per sottoporre i propri figli allo screening e sei bambini a cui è stata diagnosticata precocemente la malattia hanno potuto iniziare tempestivamente la terapia. Parliamo di patologie per cui la variabile tempo è fondamentale, per questo auspichiamo che presto l’allargamento dello screening neonatale anche alla diagnosi della SMA sia inserito a livello nazionale nei LEA, affinchè non ci siano disparità tra Regioni nella tutela della salute dei bambini”.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.