quiSalento e il marzo che accoglie – in edicola il nuovo numero della rivista

In edicola il numero di marzo della rivista edita dalla cooperativa Espera

Si riempiono di sapori e simboli le “tavole della fede”, uno dei riti in onore di San Giuseppe più veri e genuini che, da sempre, caratterizza il marzo salentino in molti paesi, aprendo le porte delle case alla condivisione. Non sarà così quest’anno, non lo è stato neanche lo scorso visto che l’emergenza Covid deflagrò proprio all’inizio del mese, ma le tavole per il santo si allestiscono comunque nell’intimità delle famiglie perché quel voto, quello spirito di accoglienza e fraternità, oggi è più che mai necessario.

 

Nel nuovo numero di quiSalento si va alla ricerca i pensieri e azioni di accoglienza e fraternità, con la più bella umanità che fa sentire la sua voce, #intuttelelingue. Titolo del progetto che colora, a Lecce, la 17esima edizione della Settimana di azione contro il razzismo dell’Unar. Una serie di azioni con protagoniste tante realtà salentine, coordinate dalla Fondazione Emmanuel.

La Fondazione don Tonino Bello è uno dei tanti Luoghi speciali, insieme al Palazzo Marchesale di Melpignano, il verde Parco urbano del Cillarese di Brindisi e Lu furnu te la Masseria Giammatteo a Frigole, che trova dimore tra le prime pagine della rivita. Esplode poi, tra mille colori d’accoglienza, l’anima della Sartoria Casa Francesco di Novoli nella rubrica Botteghe, prima di lasciar spazio alla resistenza creativa di Gianle Lameta, a Lu Rondella e i suoi robot con l’anima e al soffio del vetro di Maria Concetta Malorzo.

Cinema e visioni, in attesa di tornare dal vivo, si ammirano online, con la rassegna Altrisguardi Altrimondi e la tranche nordica del Salento International Film Festival. Nella rubrica Campus si annuncia l’arrivo del FantaFolletto album di figurine del Salento dedicato ai bambini delle primarie (ma non solo!), alla scoperta delle meraviglie del territorio; e poi il corso MedTec di UniSalento e ancora i ciceroni del Fai per le scuole.

Tra le note del nuovo album di Amerigo Verardi risuonano le Musiche, insieme all’indie di Tuma e alle voci dalla periferia del collettivo 23.7.

La rubrica Da leggere è molto “sportiva”, grazie a volumi come L’opposto di Mauro Scarpa Sugli spalti di Andrea Ferreri; le Mostre riaprono le porte con l’antologica di Paoli Gioli, i 40 anni di Ezechiele Leandro e la permanente contemporanea della Fondazione Biscozzi-RimbaudLe tavole di San Giuseppe poi, sono ancora una volta da svolgersi in intimità, in Riti e Feste.

Nelle Storie di qui si narra un racconto d’adolescenza, con le parole di Anna Paola Paiano illustrate da Virginia Calì. Si va “nei campi” e nella produzione della salsa a sfruttamento zero di Diritti a Sud per la rubrica Terraviva e, a proposito di gusto, ci si tuffa anche tra le ricette del periodo, con la marzotica e i vini di Claudio Quarta VignaioloGrazia Turco, campionessa di hand bike, è intervistata da Serena Fasiello, per lo Sport, e si finisce con le escursioni Da scoprire, dalla riapertura del parco archeologico Rudiae al Salento coast to coast di Avanguardie.

 

quiSalento è diffuso al prezzo di 3 euro in tutte le edicole di Lecce e provincia, di Brindisi e provincia, di parte della provincia Taranto.

https://www.quisalento.it/

https://www.facebook.com/quisalento.it/

https://www.instagram.com/quisalento/


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.