Francavilla Fontana (Br).Definita la sede vaccinale

Dopo l’ultimo sopralluogo congiunto tra i tecnici comunali e della ASL di Brindisi, alla presenza del Sindaco Antonello Denuzzo, è stata definita la sede del centro vaccinale di Francavilla Fontana.

Sarà la palestra del plesso De Amicis di viale Abbadessa ad ospitare, da qui ai prossimi mesi, le persone che vorranno sottoporsi al vaccino Anticovid. Il centro sarà a breve allestito ed entrerà in funzione nelle prossime settimane, rispettando il calendario previsto dalla Regione Puglia e dalla ASL.

Abbiamo definito d’intesa con la ASL il luogo più funzionale per lo svolgimento delle operazioni di vaccinazione – spiega il Sindaco Antonello Denuzzo – in queste settimane la sede del centro vaccinale è stata oggetto di sterili polemiche, rispetto alle quali è superfluo sottolineare che l’attuazione del piano di vaccinazione rappresenta un’operazione molto complessa che ha poco a che vedere con gli slogan o con le grossolane affermazioni sui social. Nei prossimi giorni proseguiremo il nostro lavoro per garantire un servizio efficiente e, di concerto con il personale dell’Azienda Sanitaria Locale e con le Associazioni di volontariato della Città, definiremo il percorso in sicurezza per l’accesso alla struttura e il servizio d’ordine che dovrà garantire che non si formino assembramenti durante l’attesa.

Così come per la prima ipotesi di location del Teatro Virgilio, anche nel caso del plesso De Amicis del Terzo Istituto Comprensivo sono in programma importanti lavori, in questo caso di messa in sicurezza, che prevedono una radicale trasformazione dell’immobile posto nel quartiere San Lorenzo. Al riguardo si sono concluse le operazioni di gara per gli interventi di adeguamento antisismico ed efficientamento energetico. In questo caso specifico le operazioni di vaccinazione non sono incompatibili con i lavori progettati in quanto la palestra è esclusa dagli interventi.

L’occupazione della palestra scolastica non è incompatibile con l’avvio dei lavori che abbiamo programmato e che realizzeremo grazie ad un finanziamento – prosegue il Sindaco Denuzzo – ora la priorità sono i vaccini. Dobbiamo accelerare il più possibile e rendere agevole il lavoro dei sanitari.

I lavori programmati, che prevedono un investimento di circa 2,75 milioni di euro totalmente finanziati con fondi derivanti dal piano Regionale Triennale di Edilizia Scolastica 2018/20, riguarderanno il consolidamento delle strutture portanti, l’adeguamento dell’impianto di riscaldamento, la realizzazione di un “cappotto” isolante e la sostituzione degli infissi.

Una delle difficoltà legate alla individuazione della sede vaccinale è legata alla indisponibilità di molti immobili idonei perché interessanti da lavori – conclude il Sindaco – l’ipotesi invocata da alcuni di assegnare alla ASL il palazzetto dello sport non è praticabile perchè avrebbe significato destinare l’uso dell’immobile esclusivamente alle operazioni di vaccinazione per un tempo non facilmente definibile, recando un danno al movimento sportivo cittadino. Per questa ragione abbiamo individuato la palestra del Plesso De Amicis che, grazie alle sue dimensioni, potrà ospitare molte postazioni, ampliando il volume di vaccini giornalieri somministrati.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.