Nasce a Brindisi Smiling Coast of Africa, associazione di cittadini gambiani e senegalesi

Nasce a Brindisi “Smiling Coast of Africa – APS”, associazione di promozione sociale, creata da  un gruppo di persone provenienti da Gambia e Senegal presenti da tempo sul territorio brindisino. 

I fondatori della associazione mettono a disposizione dei loro connazionali e dei cittadini tutti  esperienze e competenze acquisite per una piena inclusione e per il superamento di condizioni di  disagio economico, psicologico e sociale. L’Associazione si pone nel solco di un’attivazione che  negli ultimi anni vede i cittadini di altra origine diventare sempre più protagonisti della comunità in  cui vivono, rendendosi disponibili per iniziative pubbliche ed interventi sociali che contribuiscano  alla conoscenza reciproca e alla risoluzione di potenziali conflittualità. 

Come si legge nei documenti costitutivi, “Smiling Coast of Africa – APS” ha come finalità: 

– offrire supporto ai cittadini di origine africana, in particolare provenienti da Gambia, Guinea e  Senegal, che vivono in Italia, favorendo il loro percorso di inserimento socio- lavorativo nel  territorio di o agevolandone il rimpatrio; 

– promuovere azioni per lo sviluppo dei Paesi di origine in cooperazione con i connazionali  espatriati e con attori della società civile e delle istituzioni italiane e internazionali; 

– sostenere e realizzare interventi contro ogni forma di emarginazione e disagio nelle comunità,  nell’interesse generale della cittadinanza; 

– favorire lo scambio tra cittadini di origine africana e comunità locali, attraverso iniziative volte  all’approfondimento delle culture di origine e del contesto di arrivo al fine di contribuire  attivamente alla costruzione di una cittadinanza condivisa e transculturale; 

– aderire e sostenere reti e protocolli con enti pubblici e privati, a livello locale, nazionale e  internazionale e con attori della società civile per garantire supporto per la tutela e l’empowerment  dei cittadini stranieri in Italia 

“È un momento difficile per tutti” dicono i Soci, “la pandemia per molti di noi ha significato  aggiungere difficoltà a situazioni personali già molto complesse. Le azioni legislative che  riguardano da vicino i migranti spesso mettono le persone in condizioni intricate. Non è facile  capire tutti i passaggi anche burocratici che è necessario fare, tutti gli uffici da visitare. A volte  l’ostacolo della lingua impedisce alle persone di poter esercitare i propri diritti.  

Queste condizioni erano presenti già prima della pandemia in relazione soprattutto alla emergenza  abitativa creata dalla crescente diffidenza dei proprietari e dall’aumento del numero di mensilità da  versare in anticipo come caparra, somme proibitive per chi ha lavori precari e mal pagati.  Questo è solo un esempio di come la discriminazione possa provocare effetti a catena nocivi per  tutta la comunità: se ci sono persone che non vivono in condizioni degne si creano situazioni di  disagio per tutti come quelle che molti migranti vivono presso il Centro di Accoglienza Notturna  (dormitorio) di Brindisi.  

Supporteremo, come già facciamo, i nostri connazionali e non solo, nell’accompagnamento e  orientamento ai servizi, attivandoci in rete con altre organizzazioni, soprattutto con la Comunità  Africana – APS, di cui molti di noi fanno parte, Voci della Terra APS, Community HUB – APS,  ANPI Brindisi, ARCI Brindisi e con la collaborazione di tanti cittadini brindisini che con tanta  volontà costruiscono con noi una comunità multiculturale, rispondendo a bisogni che molto spesso  non trovano ascolto.  

Ascoltare è l’attività che forse facciamo più spesso: ci sono molte persone straniere che vivono una  solitudine angosciante, affrontando i drammi del passato e del presente senza il conforto di una rete  di relazioni normali, senza la possibilità di esprimersi come persone. La nostra volontà è quella di 

restituire a loro e agli amici italiani un sorriso, quel sorriso che ci contraddistingue e che tutti quelli  che hanno messo piede, anche solo per una volta, nella Costa Occidentale dell’Africa si portano  dentro per sempre ! ” 

 

Alfusainey Drammeh 

Presidente di “Smiling Coast of Africa – APS”


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.