FRANCAVILLA FONTANA: RIFIUTI DI AUTOFFICINE DEPOSITATI NELL’ ORTO URBANO

INTERVENTO DEI CARABINIERI FORESTALI NELLA “ZONA 167”

Stavano utilizzando un orto urbano, nei pressi della “zona 167” di Francavilla Fontana, come deposito di rifiuti rivenienti da autofficine (cavi di impianti elettrici, radiatori,
sospensioni, pneumatici fuori uso, cerchi), ma non sono sfuggiti ai Carabinieri forestali della Stazione di Ceglie Messapica, che pattugliano costantemente periferie e campagne della “Città degli Imperiali”, dove gli episodi di gestione illecita di rifiuti si susseguono quasi quotidianamente.
Quest’ ultimo evidenzia come a Francavilla, purtroppo, abbandoni e depositi incontrollati siano perpetrati anche “alla luce del giorno”, e a poca distanza dalle abitazioni, addirittura in aree pubbliche che dovrebbero essere recuperate ad una funzione di sviluppo sostenibile dell’ ambiente urbano.
I Militari, infatti, hanno colto in flagranza di reato due persone intente a maneggiare i materiali depositati; A.S. di anni 18 e C.S. di 39, sono stati identificati e deferiti alla Procura della Repubblica di Brindisi per gestione di rifiuti non autorizzata, ai sensi dell’ art. 256, comma 1, del Decreto legislativo n. 152 del 2006 (“Testo Unico Ambientale”).
Tutti i materiali depositati nell’ orto sono stati sottoposti a sequestro preventivo penale ed affidati in custodia ad una ditta locale di settore.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.