Autismo, Stefàno: “Si ripristini con urgenza l’assistenza specialistica per i bambini e le loro famiglie: per loro la pandemia è ancora più dura”

“Presidente Emiliano, non lasciamo soli i bambini affetti da disturbo dello spettro autistico e le loro famiglie, per loro questa pandemia è ancora più difficile.

Si ripristini subito il servizio di assistenza specialistica a loro dedicata”. Così il senatore Dario Stefàno, presidente della Commissione Politiche europee, in una lettera al Presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, nella quale sottolinea la preoccupante situazione che interessa le famiglie di bambini autistici che fino a poche settimane fa fruivano dei servizi di assistenza specialistica presso l’Associazione “Amici di Nico” Onlus.
“Una realtà – sottolinea Stefàno – che negli anni ha maturato un’altissima qualificazione nell’offrire ai genitori e ai figli affetti da disturbo dello spettro autistico servizi di eccellenza nella provincia di Lecce”.
Il mancato rinnovo della convenzione sottoscritta tra la ASL di Lecce e i Centri Ambulatoriali per l’Autismo ‘Amici di Nico’ Onlus e il CAT (Centro Territoriale per l’autismo della stessa ASL di Lecce), spiega ancora il senatore, “si è tradotto nella sospensione degli interventi, con effetti negativi e impattanti ai fini riabilitativi, nonché lesivi del diritto alla salute e alla continuità terapeutica. Tutto questo risulta essere ancora più grave e preoccupante nella fase epidemica in corso”.

“Ti chiedo dunque – conclude Stefàno nella sua lettera – con assoluta priorità di esaminare la questione affinché possa essere ripristinato un servizio fondamentale per una platea di cittadini che necessitano di assoluta attenzione e cura”.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.