VACCINAZIONI, FDI: EMILIANO E LOPALCO NON HANNO UN PIANO VACCINALE, MA HANNO ALMENO DELLE PRIORITA’ O LASCIANO FARE DEROGHE AI DIRIGENTI SENZA SAPERLO?

“Ad oggi la Puglia ha ricevuto 428.005 dosi di vaccino anti-covid e sono state somministrate al 92%. Prima seguendo le linee guida nazionali, che prevedevano la priorità per operatori socio-sanitari e personale e ospiti RSA, poi degli ultraottantenni.

Finita questa fase, sempre le linee guida del Ministero della Salute prevedevano la vaccinazione di “persone estremamente vulnerabili, intese come affette da patologie o disabilità che comportano un rischio particolarmente elevato di sviluppare forme gravi o letali di COVID-19. A seguire le persone dai 70 ai 79 anni e la popolazione con almeno una comorbidità cronica…”.

“La Regione Puglia avrebbe derogato a questo cronoprogramma nazionale, con circolari che hanno previsto dopo gli operatori sanitari, le RSA e gli ultraottantenni (che si sono recati fisicamente negli hub vaccinali, perché quelli a casa non l’hanno ancora ottenuto) altre categorie.

“Siamo consapevoli della difficoltà di redigere un Piano vaccinale regionale non conoscendo la quantità di dosi disponibili, ma chi ‘politicamente’ gestisce questa fase – e ci rivolgiamo al presidente Emiliano e all’assessore Lopalco – ha almeno un cronoprogramma delle priorità, o si lascia agire il dirigente regionale a colpi di circolare?

“Fuori dal politichese e consapevoli delle pressioni che tutti riceviamo, anche noi dell’opposizione, da ordini professionali e categorie e associazioni per essere inseriti prima nell’elenco delle vaccinazioni: chi ha deciso che prima degli ammalati oncologici e con patologie gravi fosse più opportuno vaccinare tutti i dipendenti di alcune agenzie regionali, tutti gli amministrativi delle strutture sanitarie etc etc? Su questi non è la Magistratura a dover dare delle risposte, visto che siamo di fronte non a furbetti (amici degli amici) ma a persone AUTORIZZATE a fare il vaccino da chi ha fatto una precisa scelta di priorità.

“Noi di Fratelli d’Italia vogliamo capire che ruolo hanno avuto nelle deroghe Emiliano e Lopalco.”


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.