RIGENERAZIONE URBANA: SBLOCCATI 8,5 MILIARDI DI EURO PER I COMUNI SOPRA I 15MILA ABITANTI

Via libera a 8,5 miliardi di euro destinati ai Comuni per progetti e interventi di rigenerazione urbana. È stato, infatti, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto del Presidente del Consiglio dei ministri attuativo dei commi 42 e 43 dell’articolo 1 della legge di bilancio 2020, elaborato di concerto con i ministeri dell’Economia e delle Infrastrutture e Trasporti. 

I Comuni con una popolazione superiore ai 15 mila abitanti hanno 90 giorni per presentare i propri progetti.

Si tratta di un grande risultato che renderà le nostre città più vivibili e più belle – dichiara il deputato Emanuele Scagliusi, capogruppo M5S in Commissione Infrastrutture e Trasporti alla Camera – Solo per il 2021 sono previsti 150 milioni di euro, una cifra che crescerà di anno in anno, fino a raggiungere i 700 milioni di euro nel 2034. Circa otto miliardi e mezzo di euro in tutto, appunto, che potranno essere utilizzati – prosegue il deputato 5 Stelle – per nuove opere pubbliche, per completare le troppe incompiute sparse nel nostro Paese, per la manutenzione e il riuso di aree pubbliche ed edifici esistenti, per il miglioramento del decoro urbano e del tessuto sociale e ambientale. I fondi potranno finanziare anche le spese di progettazione esecutiva. Si tratta di una notizia che mi riempie di soddisfazione e di cui ringrazio il Sottosegretario Giancarlo Cancelleri per il lavoro compiuto sin dal Governo Conte II e proseguito con l’Esecutivo Draghi. Adesso – conclude Emanuele Scagliusi (M5S) – tocca agli amministratori locali: si tratta di un’occasione straordinaria per rifare il look ai propri Comuni, pertanto invito i Sindaci a non sprecarla”.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.