Brindisi: Torna l’incubo spaccate. Tre in una notte nonostante coprifuoco e zona rossa. Preoccupazione della Confesercenti Brindisi,

Esprime grande preoccupazione il presidente f.f. di Confesercenti Brindisi, Michele Piccirillo,  nell’apprendere la notizia degli ennesimi tentativi di  furto con spaccata messe a segno da ignoti ai danni dei negozi Noha in corso Umberto, Boutique Amore in corso Garibaldi e  Occhiali F&P i via Appia.  Furti sventati grazie all’intervento delle guardie giurate di Sicuritalia.


Il primo pensiero – prosegue  – va naturalmente agli imprenditori e colleghi colpiti, cui va la nostra vicinanza e la totale solidarietà. In un momento come questo si tratta di una ulteriore ferita che fa ancora più male. Purtroppo tocca prendere atto che la situazione sicurezza continua a destare ancora preoccupazioni.

Ricordiamo ai colleghi che la Polizia di Stato di Brindisi ha attivato, da tempo, due numeri di telefono “dedicati” a disposizione dei commercianti per segnalare qualsiasi episodio sospetto, anche di poco conto. Tali numeri sono attivi 24 ore su 24. Raccomandiamo la collaborazione dei proprietari dei negozi affinché controllino l’efficienza  e, nel caso,  implementino le dotazioni di sicurezza (a partire dalle telecamere). Rinnoviamo altresi la richiesta al sig. Questore di Brindisi affinchè assicuri la presenza di una volante della Polizia nella intersezione tra i tre corsi principali dedicata al controllo notturno del centro cittadino.

 


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.