BRINDISI.Gruppo Partite iva:Un anno intero è passato eppure nulla è cambiato.

Anzi forse tutto è peggiorato.

Ancora una volta, chi paga a caro prezzo le decisioni prese sono sempre gli stessi.

Partite iva ormai sull’ orlo del baratro, costrette ad aperture che potremmo definire “ad intermittenza”, con imprenditori che hanno fatto tanto e speso ancor di più per poter garantire all’interno delle loro attività tutto ciò che veniva richiesto dai precedenti dpcm.

Ma ora?

Come faremo a restituire i finanziamenti presi nel 2020 ?

Conosciamo benissimo le problematiche economiche della nostra città,  e a causa del dissesto delle casse comunali, non è stato possibile aiutare in alcun modo gli imprenditori ,  ma questa volta ci aspettavamo che il primo cittadino garantisse sostegno al proprio tessuto economico commerciale,   lottando affinché  venissero applicati gli stessi parametri utilizzati per la Lombardia .

Si sarebbe potuta dividere la Puglia in tre tronconi con differenti tipi di colorazioni dovute al contagio da covid. 

A fronte di dati riportati  nei bollettini epidemiologici Regione Puglia delle ultime settimane si evidenzia  una media di 70/75 casi al giorno in tutta la provincia di Brindisi, non vogliamo erigerci a virologi ma possibile che l ‘ unica soluzione fosse tornare indietro di un anno.

Comprendiamo benissimo la volontà del Governatore di garantire il diritto alla salute ma chiediamo  non venga dimenticato art. 1 e art. 4  della Costituzione Italiana e che venga riconosciuto a tutti i cittadini il diritto al lavoro.

Non si riesce più a vedere la luce in fondo al tunnel e probabilmente molti quella luce non la rivedranno più.

Gruppo P.iva Brindisi

#nonvabenenulla.

#nonandratuttobene.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.