BRINDISI.Comunicazione del Sindaco di Brindisi al Consiglio Comunale sull’azzeramento di Giunta

Al Presidente del Consiglio Comunale di Brindisi

Cellie Giuseppe

 

Al Sindaco di Brindisi

Riccardo Ross

Oggetto: comunicazione del Sindaco di Brindisi al Consiglio Comunale sull’azzeramento di Giunta

Gli scriventi capi gruppo consiliari Massimiliano Oggiano  (Fratelli d’Italia) e Roberto Cavalera (Forza Italia) premesso che, 

  • l’1 marzo c.m. il Sindaco di Brindisi Riccardo Rossi ha azzerato la Giunta comunale ritirando a tutti  gli assessori le rispettive deleghe;
  • sono passati 18 giorni ed ancora non si hanno notizie sulla composizione della nuova Giunta;
  • la crisi emergenziale relativa alla pandemia da Covid associata ad una  molto discutibile programmazione dell’attività politico amministrativa sia di natura straordinaria che ordinaria stanno  acuendo il disagio e le problematiche della Città;
  • per affrontare le varie problematiche ed una corretta programmazione dell’azione politico amministrativa  l’Amministrazione comunale necessita di una Giunta autorevole  in carica;
  • l’art. 46 comma 4 del TUEL da al Sindaco  la facoltà di revocare uno o più assessori dandone motivata comunicazione al Consiglio Comunale;
  • a tutt’oggi la predetta comunicazione non è stata  ancora fatta;

tutto ciò premesso chiedono che il Sindaco  venga in Consiglio Comunale a riferire sulla crisi politico amministrativa che sta attraversando l’Amministrazione comunale di Brindisi  e sulle motivazioni che lo hanno portato all’azzeramento della Giunta così come previsto dall’art. 46 comma 4 del TUEL.

             Si porgono distinti saluti.

F.TO

 

I Capigruppo consiliari

 

dott. Massimiliano Oggiano FDI

 

Avv. Roberto Cavalera  FI


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.