BRINDISI.grave situazione settore estetica e acconciature.Confartigianato scrive al Ministro dello Sviluppo Economico Giancarlo Giorgetti

Nella  giornata  di ieri, la  nostra  Confederazione  –   con lettera  a firma  del  Presidente  Nazionale   Granelli  –   è   intervenuta   presso   il Ministro    dello  Sviluppo   Economico   Giancarlo  Giorgetti  per  rappresentare      la situazione di  allarme     delle  Imprese      dei  Settori    dell’ Acconciatura  e  dell’ Estetica , rispetto  ai     disagi provocati    dalla  chiusura  di tali attività   nelle  Zone  Rosse  prevista  dall’  Allegato  24   al  DCPM  del  2  marzo  scorso, nel  quale   i servizi  dei  saloni  di barbiere    e parrucchiere    sono  stati  praticamente  aggiunti  ai  servizi  dei  Centri  Estetici , già  esclusi    dallo  stesso  allegato  al  DCPM   del  3 novembre  2020 .

“ Sì  è  quindi  denunciata, in sostanza, se ancora ce ne fosse bisogno,  una grave situazione  emergenziale  che  sta mettendo  in ginocchio  settori  fondamentali  e irrinunciabili   per  lo sviluppo  economico  e produttivo, anche  nel territorio brindisino  –  ha  dichiarato  Michele   Padula,  Vice    Presidente    Confartigianato  Brindisi   . Nell’ ambito  dell’ intervento,  è stato  sottolineato  come,  al  di  là dei pesanti  danni  economici  a carico  delle  imprese ,  i  provvedimenti  presi abbiano   favorito –  sin dalla prima  chiusura    disposta  con  DCPM  dell’ 11 marzo  2020 –   una  pericolosa  ed ormai  ingestibile    proliferazione  dell’ offerta irregolare,  agevolata dalla  disponibilità di  soggetti  che, a  fronte  in sostanza  di un’ impennata  della richiesta ,  continuano  ad  erogare , abusivamente  presso  il proprio domicilio   o presso quello del cliente,   i  servizi   preclusi  alle imprese  .

“  Si  è fatto  pertanto  presente –   continua   Michele  Padula  –   che  la  disposta  chiusura  delle  attività regolari , proprio    in  considerazione  della particolare situazione  emergenziale  che vede  un aumento  costante  dei  contagi   dovuti  alla maggiore  virulenza  delle varianti , va  a nostro  avviso  nella direzione  opposta   a quella  auspicata    dal  Governo, andando   ad  amplificare il rischio  piuttosto   che  contenerlo  .  Confartigianato   ha quindi chiesto   al  Ministro   Giorgetti   di intervenire   per favorire   una  pronta  modifica    al DCPM dello  scorso  2 marzo, che  reintegri    le attività  di estetica  e acconciatura    nell’  allegato  24 , consentendone   lo  svolgimento     nelle   zone  rosse   ed evitando  in tal modo  il  protrarsi  della    situazione   di pericolo  per i cittadini    fruitori  di  tali servizi.  Sarà  nostro  dovere  informare  tempestivamente, come sempre, i  nostri  associati sul territorio brindisino, le  imprese, i  nostri  Consigli  Direttivi,   mettendo  già  in atto   le azioni  sindacali   a tutela   del  Settore   Benessere“.

 

                                                                                     CONFARTIGIANATO   BRINDISI

                                                                                     Vice   Presidente   Michele  Padula


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.