Vaccinazioni, riprende a Brindisi la somministrazione di AstraZeneca

Sono riprese le vaccinazioni anti Covid alla Asl di Brindisi. Nella giornata di oggi, nei due centri vaccinali allestiti nel centro anziani di Bozzano e al PalaVinci, in programma la vaccinazione di circa 550 operatori scolastici.

Dalla prossima settimana, terminate le vaccinazioni di personale scolastico, forze di polizia e ultraottantenni, si comincerà con la somministrazione alle altre fasce d’età e alle categorie fragili.

Come nel resto d’Italia, quindi, i sanitari brindisini hanno somministrato il vaccino AstraZeneca, ricevendo risposte incoraggianti dagli utenti, senza defezioni degne di nota.

“Oggi nell’Asl di Brindisi – commenta Stefano Termite, direttore del Servizio di Igiene e Sanità pubblica della Asl – si è ripreso con la somministrazione dell’AstraZeneca per il personale della scuola. È andata molto bene: gli operatori scolastici si sono presentati secondo le liste che ci sono state consegnate. Domani al PalaVinci ci sarà una delle ultime sedute riservate alla scuola e alle forze di polizia: saranno circa 250 quelli che saranno vaccinati con AstraZeneca. A Bozzano, invece, si vaccineranno gli ultraottantenni che riceveranno la seconda dose di Pfizer: saranno circa 400, tra il turno di mattina e quello del pomeriggio. Tutto procede secondo il calendario che abbiamo messo a punto: dalla prossima settimana toccherà alle altre fasce di popolazione, tra cui appartenenti a comunità e soggetti fragili. Subito dopo cominceremo a vaccinare gli utenti tra i 79 e i 60 anni di età”.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.