Riceviamo e pubblichiamo la lettera aperta di un paziente attualmente ricoverato presso l’ospedale Perrino di Brindisi.

“​Sono ricoverato dal 30.01.2021 inizialmente nel reparto Rianimazione Covid dove in seguito a positività sono stato intubato e tracheostomizzato per una sindrome da distress respiratorio acuto, in data 02.03.2021 trasferito presso il reparto Pneumologia Covid dello stesso nosocomio.

In seguito all’insufficienza respiratoria da danni covid e alla grave tetraipostenia da allettamento prolungato, in data 09.03.2021 il medico del reparto di pneumologia ha richiesto una valutazione fisiatrica, che è stata espletata in data 12.03.2021, a cui è seguita indicazione all’avvio del trattamento fisioterapico.

​Ad oggi nessun fisioterapista in servizio presso l’Ospedale Perrino è venuto a trattarmi!!!

​Ritengo tale condotta non deontologica, irresponsabile e soprattutto nociva per la mia salute e per tutti i pazienti che versano nelle mie stesse condizioni, non semplici da affrontare e superare sia sul piano emotivo che motorio. Al momento non è dato sapere nulla in merito e io come gli altri pazienti continuamo ad attendere che venga soddisfatto il diritto alla salute. 

​Colgo l’occasione per ringraziare tutti i medici, i coordinatori inferimieristici, gli infermieri e OSS dei reparti Rianimazione e Pneumologia Covid dell’Ospedale Perrino di Brindisi per la grande umanità e professionalità che quotidianamente dimostrano nei confronti di tutti noi pazienti e delle nostre famiglie”.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.