IL VILLAGGIO SOS DI OSTUNI SI “ILLUMINA DI MENO” PER ACCENDERE UNA LUCE DI SPERANZA

SALTI DI SPECIE NECESSARI: CONSIDERARE I BAMBINI E L’AMBIENTE PATRIMONIO DI TUTTI  IL FUTURO DEL PIANETA È SCRITTO NELLE STORIE DEI BAMBINI DI OGGI

Angelo Mola Direttore

 Anche quest’anno le comunità di SOS Villaggi dei Bambini aderiscono a M’illumino di Meno, la giornata ecologica promossa dal programma Caterpillar di Radio2 che in questa edizione è dedicata ai Salti di Specie necessari per uscire migliori dalla pandemia.

Anche i bambini accolti nel Villaggio SOS di Ostuni saranno protagonisti di numerose iniziative per la sostenibilità. Piccoli gesti di grande significato per guardare all’ambiente come alla casa comune di tutti, proprio come le case comuni che li ospitano e dove crescono con il supporto dei loro educatori, imparando a condividerne gli spazi e le risorse.

Luci spente quando si può e utilizzo parsimonioso dell’acqua, laboratori di sartoria circolare con tessuti usati, raccolta e smaltimento delle pile esauste, orti verticali e pedibus per i tragitti brevi.

Tutti noi del Villaggio SOS di Ostuni siamo felici di aderire nuovamente a M’illumino di Meno – dichiara il Direttore Angelo Mola – lo facciamo al termine di un anno estremamente difficile e senza mai abbandonare la convinzione che ‘andrà tutto bene’. Perché è nel nostro DNA avere fiducia nel futuro, quello dell’ambiente, per il quale ci impegniamo in modo speciale in questa importante giornata, e quello dei bambini che accogliamo e con cui ogni giorno condividiamo gioie, tristezze e piccole e grandi sfide, perché nessuno di loro, come nessun bambino al mondo, debba crescere da solo”.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.