BRINDISI.P.Iva:Manifestazione io apro Brindisi

Il Coronavirus è una grande tragedia per l’umanità ed è anche la più grave crisi economica dal Dopoguerra.

In data 7/4, seppur simbolicamente, rialzeremo le nostre serrande ma nel rispetto delle leggi e di coloro che ogni giorno lottano per debellare il covid, non opereremo.

Vedendo l’andamento epidemiologico da quando siamo zona rossa, è chiaro che le nostre attività non rappresentano veicolo di covid ma sono luoghi sicuri in cui si rispettano i protocolli di prevenzione.

Le misure economiche messe in atto per la nostra sopravvivenza sono solo dei pagliativi e mettono seriamente in pericolo la situazione di molte famiglie e delle imprese che rappresentano, alcune di esse rischiano di chiudere definitivamente.

Contestualmente alla nostra manifestazione invieremo la richiesta di un incontro urgente con il Prefetto a cui chiederemo di accogliere le nostre istanze e di farci da garante per un incontro con l’amministrazione regionale, verrà inoltre inviata richiesta di udienza alla quarta commissione regionale.

In questa nostra manifestazione non saremo soli, avremo al ns fianco il Dottor Mimmo Lubes vicepresidente nazionale FENAILP e il Signor Angelo Pignatelli che è in sciopero della fame dal 5 Marzo, inoltre sono sempre più le Partite iva pugliesi che sposando la nostra ideologia di manifestazione, saranno al nostro fianco nelle loro città.

 

 

Gruppo Partite iva Brindisi 

Fenailp


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.