AUTISMO – VIZZINO: SUBITO UN TAVOLO TECNICO PER LE QUESTIONI PIU’ URGENTI E PER INTERVENTI CONDIVISI

La Commissione Sanità della Regione Puglia ha affrontato in maniera approfondita, in seduta monotematica, i problemi dell’autismo.

Dopo oltre quattro ore di confronto con le parti interessate ed alla presenza dell’Assessore al Welfare Rosa Barone, si è deciso di attivare in tempi brevissimi un tavolo tecnico per affrontare le questioni più urgenti e definire un percorso di interventi condiviso con tutti gli attori coinvolti.
Il tutto, con il coinvolgimento del Dipartimento promozione salute e benessere sociale e dall’Assessore al Welfare.
La Commissione è stata da me convocata anche sulla base delle richieste pervenute da consiglieri regionali e da associazioni di famiglie e centri riabilitativi dislocati su tutto il territorio pugliese. Varie le questioni affrontate: dalla necessità di rideterminare il fabbisogno reale a quello di procedere ad una ricognizione  dei centri già accreditati e dei pareri di compatibilità già rilasciati ma non ancora operativi oltre che alla questione relativa al rinnovo dei contratti e delle convenzioni.
È stata una discussione lunga ma assolutamente proficua e proprio per questo colgo l’occasione per ringraziare tutti gli intervenuti, in primis le famiglie che vivono ogni giorno le problematiche relative al disturbo dello spettro autistico. La terza Commissione seguirà la questione con molta attenzione fornendo, laddove di competenza, gli stimoli necessari affinché si arrivi quanto prima alla convocazione del citato tavolo tecnico per l’Autismo.

Mauro Vizzino – Presidente Commissione Sanità della Regione Puglia


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.