VACCINI – VIZZINO: LA PUGLIA BALZA AI VERTICI NAZIONALI. ADESSO OCCORRONO MENO POLEMICHE E PIU’ DOSI

Dopo un momento contraddistinto da difficoltà organizzative, la Puglia è balzata ai primi posti in Italia per dosi di vaccino iniettate. E’ un risultato importante che dovrebbe contribuire a cancellare l’odioso clima di polemiche presente ormai da tempo nella nostra regione.

Dipartimento della Salute e Protezione Civile stanno profondendo il massimo sforzo, anche per rendere più radicale la presenza di centri vaccinali in ogni angolo della regione, in maniera tale da facilitare l’accesso anche alle persone più disagiate.

Adesso resta da risolvere il problema della fornitura di dosi di vaccino. Il Presidente Emiliano è in costante contatto con il commissario Figliuolo, anche per ottenere l’applicazione di un diverso criterio di distribuzione del prodotto tra le regioni italiane.

Il momento che stiamo vivendo, ovviamente, resta delicato ed è per questo che si rende necessario remare tutti nella stessa direzione per riprenderci le nostre vite quanto prima possibile.

Nel frattempo, stiamo davvero facendo di tutto perché si anticipino i tempi per il ritorno (almeno parziale) alla normalità. Va letta in questa ottica l’iniziativa odierna del Presidente Emiliano e dell’Assessore Delli Noci di scrivere al Ministro Speranza perché si autorizzi la riapertura delle attività commerciali a far data dal prossimo 26 aprile.

 

Mauro Vizzino – Presidente Commissione Sanità della Regione Puglia 


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.