Uil pensionati Stu Appia BR:La Stu Appia considera il diritto alla Salute, la vera e la sola priorità per la vita di ognuno di noi.

 Per il sindacato della Uil pensionati la salute dell’anziano e il suo invecchiamento in buona salute è un valore che chiede tutela e qualità dell’assistenza nell’affrontare la sfida contro la pandemia.

Tutti gli anziani hanno bisogno del vaccino e di essere vaccinati, se è possibile a domicilio in casa propria.

Il vaccino serve per essere tutelati e non rischiare di morire se si ammala di Covid-19.

La Stu Appia Br sa, purtroppo, che scarseggiano nel nostro territorio pugliese i vaccini anti-covid e che molti hub sono rimasti chiusi.

Le persone fragili e gli anziani hanno bisogno di assistenza superando gli egoismi e gli individualismi creando differenze tra le diverse regioni e, purtroppo, anche province territoriali. Solo con la solidarietà condivisa tra tutti, è possibile avviare e costruire un mondo più giusto e affrontare la sfida anti-covid.

In questo si chiede la compartecipazione dei cittadini. I sindaci e i medici sono in prima linea. Il cittadino non può essere indifferente e, a volte, incivile non accettando le regole anti-covid imposte dalle istituzioni. Occorre accogliere il loro appello. Il cittadino, forse ancora incurante, non si prende cura del rischio pauroso che rischia e del contagio che provoca verso chi si ammala di Covid. A Mesagne solo il 23 aprile la popolazione ha subito 53 contagi; è un numero pauroso.    

La Stu Appia BR sa che i vaccini sono uno strumento essenziale nell’affrontare la sfida contro la pandemia.  Nel 2020 i decessi sono stati 49 mila in più rispetto alla media degli stessi mesi nei cinque anni precedenti. Il 60% è attribuito al Covid-19 (29.210), il 10% a polmoniti e il 30% ad altre cause. Sul totale dei decessi per Covid-19 circa l’85% riguarda individui di oltre 70 anni. L’incremento dei morti rileva (+256%) per le persone anziane sopra gli 80 anni, (+155%) nelle strutture residenziali o socio-assistenziali, (+46 %) negli istituiti di cura, (+27%)) nelle abitazioni. 

Da lunedì 26 aprile 2021 la Puglia è tornata in una zona più prudente e è introdotto un cambiamento rispetto al passato. La precedenza è all’attività e all’apertura guardando al futuro con più ottimismo e fiducia. La richiesta è che tutti gli anziani hanno bisogno di vaccinarsi, di assistenza e di lavorare come di mettere al primo posto la ragione, che è fondata sulla crescita della consapevolezza, della prudenza, della fiducia verso la speranza che ha bisogno dei vaccini anti-covid che permetteranno a tutti noi cittadini di uscire da questa maledetta pandemia.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.