Saponaro (Lega Brindisi): Abbiamo presentato questa mattina una Mozione riguardante modifiche statutarie per la nomina dei Vertici del Consorzio di Torre Guaceto.

Riteniamo dopo le vicende che hanno interessato il Comune di Carovigno con il suo Scioglimento per Infiltrazioni Mafiose, le vicende già attenzionate da Prefettura e Direzione Antimafia, che fanno ipotizzare, un mercimonio e voto di scambio anche sulle nomine delle figure Epicali del Consorzio di Torre Guaceto, sia necessario dare  una svolta di cambio di passo e di discontinuità al fine di evitare il ripetersi di fatti di tale Gravità.                 

Con la Mozione che presentiamo, chiediamo la modifica dell Art.9  lett. A e C, dove il Presidente non sia eslusiva indicazione del Sindaco di Carovigno ma si modifichi con la dicitura, Su Proposta dei Sindici di Brindisi e Carovigno, per il ruolo di Presidente e Vice Presidente, con carica che si rinnova ogno triennio con sola alternanza dei ruoli.                     

 Chiediamo inoltre che i Membri del CDA siano rieleggibili massimo per due mandati, stessa cosa per il Revisore dei Conti.                                                               

Il riconoscimento di pari dignità della Città Capoluogo nelle scelte permetterebbe un maggior controllo, maggiore responsabilità, un chiaro segnale di discontinuità.       

                       

Il Capo Gruppo Lega Brindisi                           

Saponaro Ercole


Brindisi 3 Maggio 2021

LEGA SALVINI PUGLIA

Al Presidente del Consiglio Comunale

Giuseppe Cellie

sede

Oggetto: Mozione per modifica Statuto Consorzio di gestione di Torre Guaceto

MOZIONE

(ai sensi dell’art. 65 del vigente Regolamento del Consiglio Comunale)

OGGETTO DELLA DELIBERAZIONE: Modifica lett. a) e lett. c) art. 9 e lett. b) art. 11 dello Statuto del Consorzio di Gestione di Torre Guaceto

Il Consigliere Comunale proponente riferisce quanto segue:

La riserva protetta di Torre Guaceto è un’area naturale di grande rilevanza e rappresenta un grande orgoglio per tutta la nostra provincia. Nel 2000 su quelle aree fu istituita con apposito decreto ministeriale la riserva naturale dello Stato che sancì ufficialmente la rilevanza ai fini ambientali del parco. Negli anni, l’attenzione scientifica e turistica verso la riserva è cresciuta esponenzialmente grazie ad una serie di attività che hanno aumentato l’attrattività dell’area con benefici che hanno interessato tutta la provincia. L’auspicabile crescita del parco naturale ha, purtroppo, attratto anche tanti altri interessi meno nobili che hanno necessitato dell’intervento deciso delle Istituzioni. Infatti nei mesi scorsi anche per le vicende e per gli interessi che ruotavano attorno alla riserva di Torre Guaceto la Prefettura di Brindisi, con la richiesta di una commissione d’accesso, la Direzione Distrettuale Antimafia, con un’indagine tuttora aperta, e il Ministero degli Interni, con lo scioglimento per infiltrazioni mafiose del Comune di Carovigno hanno inteso tranciare di netto un sistema affaristico. E’ del tutto evidente che le Amministrazioni Consorziate debbano fare il possibile, per quanto di loro competenza, affinché certe situazioni non si ripetano nel futuro ed evitare, così come successo nel passato ed emerso negli stralci d’indagini pubblicate dai giornali, che la nomina alla Presidenza del consiglio di amministrazione sia oggetto di mercimonio elettorale o peggio ancora di voto di scambio. Quindi prevedere per statuto la discontinuità e la rotazione per la nomina nei ruoli apicali (Presidente e Vicepresidente) del CdA del Consorzio di Torre Guaceto può rappresentare una scelta determinante per evitare il rischio di reiterazione di determinate condotto. Per questo chiedo che lo le lettere a) e c) dell’art.9 e la lettera b) del’art.11 dello Statuto del Consorzio di Gestione di torre Guaceto venga modificato come da seguente Allegato A:

Allegato A

Art.9 – Consiglio di amministrazione

a) Il Consorzio è amministrato da un Consiglio di amministrazione composto da 6 membri, due per ogni Consorziato, nominati dall’Assemblea come segue: su proposta dei Sindaci di Brindisi e Carovigno, il Presidente e il Vice presidente vicario garantendo per ogni triennio ovvero rinnovo l’alternanza della nomina; su proposta del Sindaco di Brindisi, un membro; su proposta del Sindaco di Carovigno, un membro; su proposta del Presidente del WWF Italia Onlus, un vicepresidente ed un membro.

c) Tutti i membri del CdA sono rieleggibili per massimo di due mandati consecutivi. I membri con l’incarico di Presidente e Vicepresidente possono rimanere in carica nel ruolo assegnato massimo un triennio per favorire la rotazione prevista dal precedente punto a). La rielezione di un membro a seguito dei due mandati consecutivi è consentita solo dopo il decorso di almeno un triennio.

Art.11 – Il Revisore dei Conti

b) Il Revisore dura in carica tre anni, è rieleggibile per massimo due mandati consecutivi e deve possedere la qualifica di Revisore dei Conti

Terminata la lettura da parte del Consigliere proponente, il Presidente dichiara aperta la discussione, alla quale prendono parte i Consiglieri:

Gli interventi di cui sopra saranno riportati nel redigendo verbale appena rilevati dal nastro magnetico di registrazione.

Accertato che nessun altro Consigliere chiede di parlare, il Presidente dichiara chiusa la discussione

IL CONSIGLIO COMUNALE

UDITA la relazione del Consigliere proponente;

VISTO il D. Lgs. n. 267/2000;

VISTO il vigente Regolamento del Consiglio Comunale;

VISTO il parere dei Dirigenti preposti in ordine alla regolarità tecnica del presente atto;

Con il seguente risultato della votazione, effettuata mediante procedura elettronica, proclamata dal Presidente, assistito dal Segretario Generale:

Consiglieri presenti: n.

Consiglieri votanti: n.

Consiglieri favorevoli: n.

Consiglieri contrari: n.

Consiglieri astenuti: n.

DELIBERA

MODIFICARE lo Statuto del Consorzio di gestione di Torre Guaceto come stabilito dall’allegato A della relazione parte integrante della presente deliberazione;

DEMANDARE al Consiglio Comunale quale organo di indirizzo e di controllo politico – amministrativo (art.42 comma1 D. Lgs. 267/2000) l’apposita deliberazione “Modifica lett. a) e lett. c) art. 9 e lett. b) art. 11 dello Statuto del Consorzio di Gestione di Torre Guaceto”;

TRASMETTERE la presente deliberazione alla Commissione ministeriale Straordinaria insediata presso il Comune di Carovigno per le decisioni di loro competenza;

DICHIARARE il presente atto immediatamente eseguibile ai sensi dell’art. 134, comma IV, della Legge 267/90.

Il Capo Gruppo Lega Salvini Puglia

Saponaro Ercole


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.

BRINDISI.Si è perso il cane Totò, l’ appello disperato della padrona .

Totò, un bellissimo cane, affettuoso, che si è perso presso la struttura commerciale

Brinpark a Brindisi. Totò, che è come un figlio per la propria padrona, una donna

anziana. L’ultimo avvistamento di Totò il 17 mattina, al Parco del Cesare Braico, per

chi avesse  notizie questo il numero di cellulare a cui rivolgersi 3491449713.