BRINDISI.ll Sindacato Cobas ha detto un chiaro e netto NO al tentativo di conciliazione della vertenza della lavanderia dell’ospedale Perrino

Il Sindacato Cobas ha detto un chiaro e netto NO   al tentativo di conciliazione della vertenza della lavanderia dell’ospedale Perrino, gestito dalla ditta Lavit, nell’incontro di Lunedì 3 Giugno alla Prefettura di Brindisi .

Il Cobas nei prossimi giorni organizzerà uno sciopero con manifestazione a Bari davanti la Presidenza della Regione Puglia dove chiederà al Presidente Michele Emiliano  di intervenire pesantemente nei confronti della Lavit, azienda che sbeffeggia e provoca i lavoratori Brindisini chiedendone provocatoriamente il trasferimento a Foggia .

Il Cobas chiederà con determinazione al presidente Emiliano una rivisitazione della gara della lavanderia che comprende tutta la regione Puglia; la nuova gara regionale  non prevede  la lavanderia nell’ospedale Perrino di Brindisi ,cancellando così una importante attività lavorativa .

La Lavit di fronte ad una gara dal valore di 187 milioni di euro deve essere costretta dalla Regione a mantenere la lavanderia a Brindis, evitando così ogni giorno di far scorrazzare da Foggia  per tutta la Puglia decine di camion.

Il Cobas non può considerare , a differenza di qualcun altro, un grande passo avanti una apertura di discussione della Lavit  su tutto il personale; l’unica cosa certa fin dall’inizio di questa storia  è  il mantenimento dei livelli occupazionali alle stesse ore di lavoro .

La Lavit , secondo noi, in questi giorni è stata costretta dalle insistenze della Asl ad aprire una discussione .

La Lavit sa bene  che fino  a quando non si trova una soluzione al problema occupazionale    non otterranno   il permesso da parte della ASL  Brindisina di iniziare le attività della nuova gara a Brindisi.

La città e la provincia di Brindisi non possono  continuare ad essere penalizzate;

è ora che tutti , a partire dal Sindaco Rossi con i consiglieri regionali e parlamentari , si alzino in piedi e comincino la fare la voce grossa per difendere i nostri legittimi interessi.

La lotta dei lavoratori Lavit è simbolicamente la lotta di una intera comunità.

 

Per il Cobas Roberto Aprile


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.

BRINDISI.Si è perso il cane Totò, l’ appello disperato della padrona .

Totò, un bellissimo cane, affettuoso, che si è perso presso la struttura commerciale

Brinpark a Brindisi. Totò, che è come un figlio per la propria padrona, una donna

anziana. L’ultimo avvistamento di Totò il 17 mattina, al Parco del Cesare Braico, per

chi avesse  notizie questo il numero di cellulare a cui rivolgersi 3491449713.