CONSIGLI REGIONALI E “SERMONI”, ZULLO (FDI): NESSUNO VIETA ALLA CAPONE DI ESPORRE SUOI PENSIERI POLITICI, MA POI DEVE APRIRE LA DISCUSSIONE SUGLI ARGOMENTI NON FARE MONOLOGHI

“E’ proprio la Democrazia, alla quale si è appellato il presidente Emiliano – intervenuto (non si capisce perché) a favore e in soccorso della presidente Capone -, a prevedere che dopo il pronunciamento di un ‘pensiero’ si dovrebbero aprire un dibattito plurimo e non un monologo da parte di chi, come la Capone, ricopre un ruolo istituzionale di garanzia.

“In apertura della seduta odierna – come avviene sempre e in modo irrituale – la presidente Capone ha fatto la sua riflessione, quella attuale sul Lavoro e del DDL Zan, esprimendo il suo ‘pensiero’ politico che non rappresenta quello dell’intero Consiglio per questo abbiamo la necessità di ribadire che nessuno intende vietare alla Capone di fare comunicazioni di natura politico-sociale, ma nel momento in cui tratta argomenti che hanno diverse sfumature di ‘pensiero’ deve concedere spazio di intervento anche ai consiglieri regionali. Sul Lavoro, infatti, come non essere d’accordo sulla Sicurezza degli ambienti e come non provare dolore per le troppe morti che ancora si registrano quotidianamente, ma per Fratelli d’Italia parlare di Lavoro è anche parlare di Meritocrazia e in Regione Puglia le ultime nomine non brillano certo per questo criterio.

“Quindi, parliamo volentieri di Lavoro, ma non con un ‘sermone’ unilaterale ma con un dibattito serio sempre: perché non la Capone non pu? pensare di interpretare il pensiero dell’intero Consiglio, e per quanto ci riguarda quello di Fratelli d’Italia.

“Questa è la Democrazia, ma è evidente che a Emiliano da un po’ di tempo il termine gli è poco congeniale. Non vorremmo che la Capone cominci a pensarla allo stesso modo…”


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.

BRINDISI.Si è perso il cane Totò, l’ appello disperato della padrona .

Totò, un bellissimo cane, affettuoso, che si è perso presso la struttura commerciale

Brinpark a Brindisi. Totò, che è come un figlio per la propria padrona, una donna

anziana. L’ultimo avvistamento di Totò il 17 mattina, al Parco del Cesare Braico, per

chi avesse  notizie questo il numero di cellulare a cui rivolgersi 3491449713.