MONTAGNA DI ALGHE AMMASSATE A CAMPO DI MARE INTERVENTO DELLA CAPITANERIA DI PORTO

Continuano le attività di controllo del territorio a favore della conservazione della biodiversità e  del patrimonio naturalistico svolte dal personale della sezione di Polizia Marittima della  Capitaneria di Porto di Brindisi. 

In merito al deposito indiscriminato lungo le spiagge del litorale, di biomasse vegetali (Posidonia  Oceanica) impropriamente definite alghe, i militari della Capitaneria di Porto di Brindisi, nella  giornata odierna, hanno sanzionato il gestore di un noto stabilimento balneare in località Campo  di Mare del comune di San Pietro Vernotico.  

Con un mezzo meccanico, venivano spostate le biomasse vegetali spiaggiate (prevalentemente  Posidonia Oceanica) dalla spiaggia in concessione, alla spiaggia libera. 

Tale azione comportava l’occupazione di una spiaggia destinata alla libera fruizione, con  l’accumulo di biomasse vegetali, per una lunghezza lineare di circa 100 mt e larghezza di circa 4  metri, il tutto per un’altezza media di 2 metri. 

Le operazioni, venivano eseguite senza rispettare quanto indicato nelle “Linee Guida per la  Gestione delle Biomasse Vegetali Spiaggiate” di cui all’Atto Dirigenziale n. 229 del 22/06/2015  del Servizio Demanio e Patrimonio della Regione Puglia. 

Al concessionario è stata comminata una sanzione amministrativa dell’importo massimo di 3.098  euro e la diffida immediata, al ripristino dello stato dei luoghi mediante rimozione e  Brindisi, 28 dicembre 2008. 

riposizionamento nella posizione originaria delle biomasse vegetali. 

Gli accumuli di Posidonia oceanica sulle coste si formano quando i residui di foglie e rizomi  vengono trascinati dalle correnti e dal moto ondoso. I fruitori delle spiagge non sempre  gradiscono la presenza di tali accumuli, anche se di fondamentale importanza per il naturale  ripascimento degli arenili. 

Pertanto la Regione Puglia ne ha vietato la deliberata asportazione dal sito di concentrazione,  rimandando ad opportune misure di corretta gestione, con l’emanazione di “Linee Guida” che  prevedono il coinvolgimento dei Comuni costieri. 

Nell’assicurare che i controlli continueranno per tutta la stagione balneare, si sensibilizzano tutti  gli operatori del settore turistico balneare e i fruitori del mare a porre attenzione sul rispetto delle  norme previste dalle ordinanze balneari della Regione Puglia e della Capitaneria di Porto di  Brindisi, con particolare attenzione alla sicurezza della balneazione e alla salvaguardia della vita  umana in mare. “Per informazioni il personale della capitaneria di porto è sempre disponibile al  numero 0831521022 mentre in caso di emergenza è necessario contattare il numero ‘blu’ per le  emergenze in mare 1530 attivo 24 ore su 24″.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.

BRINDISI.Si è perso il cane Totò, l’ appello disperato della padrona .

Totò, un bellissimo cane, affettuoso, che si è perso presso la struttura commerciale

Brinpark a Brindisi. Totò, che è come un figlio per la propria padrona, una donna

anziana. L’ultimo avvistamento di Totò il 17 mattina, al Parco del Cesare Braico, per

chi avesse  notizie questo il numero di cellulare a cui rivolgersi 3491449713.