Francavilla Fontana (Br).Presentato il nuovo “Giovanni Paolo II”

Uno stadio moderno, più ampio e conforme ai campionati professionistici, questo il volto del rinnovato “Giovanni Paolo II” di Francavilla Fontana presentato giovedì 10 giugno nel corso di una conferenza stampa congiunta tra la Virtus Francavilla e l’Amministrazione Comunale alla presenza del Presidente della Lega Pro Francesco Ghirelli.

Questo progetto – spiega il Sindaco Antonello Denuzzo – è stato possibile grazie ad un percorso che abbiamo avviato con la Virtus Francavilla sin dal nostro insediamento nel 2018 e che ha portato alla stipula della convenzione che affida lo stadio alla Società del Presidente Magrì per 15 anni. Al momento del nostro insediamento Francavilla Fontana rischiava di perdere il calcio giocato per l’assenza di una struttura a norma. Oggi, dopo aver messo il sodalizio biancazzurro nelle condizioni di tornare a giocare tra le mura amiche, parliamo dell’investimento di 1,35 milioni di euro della Virtus che, in concreto, apre un nuovo scenario per l’impianto sportivo e la vita del quartiere.

Il progetto, illustrato dal tecnico Cataldo Memmola, disegna uno stadio pensato non solo per gli eventi sportivi, ma come un luogo di fruizione quotidiana. La capienza degli spettatori sarà portata a circa 3360 posti a sedere con il posizionamento di una nuova gradinata sul lato sud, mentre, al posto dei vecchi spogliatoi sarà realizzato un nuovo stabile che ospiterà il quartier generale della società, lo store, un bar e la sala stampa. Sono previste opere di efficientamento energetico ed interventi di manutenzione straordinaria sulle gradinate esistenti con la realizzazione di nuove coperture, nuovi servizi igienici, spazi dedicati alla stampa e alle autorità. Saranno, infine, ampliati gli spogliatoi. Al termine dei lavori la struttura si presenterà senza barriere architettoniche ed idonea ad ospitare i tifosi che arriveranno in bicicletta, in armonia con le politiche di mobilità sostenibile avviate dall’Amministrazione Comunale.

Gli interventi previsti dalla Virtus sullo stadio hanno un costo preventivato di 1,35 milioni di euro che saranno scorporati in parte dal canone di locazione previsto dalla convenzione con l’Amministrazione Comunale.

Antonio Magrì

È una giornata storica – dichiara il Presidente della Virtus Francavilla Antonio Magrì – perché uniamo il passato, con una mostra fotografica sul calcio francavillese dal 1946 ad oggi, e il futuro, con il progetto di rinnovamento dello stadio “Giovanni Paolo II”. In questi anni abbiamo ottenuto importanti risultati sportivi, ma ora accanto a questo dobbiamo lavorare per un adeguamento delle infrastrutture, un passo necessario per dare stabilità e futuro al nostro club.

Alla conferenza stampa era presente anche il Presidente della Lega Pro Francesco Ghirelli.

Francavilla Fontana è una Città che conoscevo, ma che mi ha riservato delle sorprese – dichiara il Presidente Ghirelli – con un patrimonio artistico ricco di fascino che ho avuto modo di visitare prima della conferenza stampa. L’evento di questa sera arriva dopo un periodo terribile e non potevo mancare dove si presenta un progetto di speranza. Il nuovo stadio progettato dalla Virtus rappresenta un punto di ricucitura per ripartire dopo la pandemia. Non potrò mancare alla prima partita nel nuovo impianto.

A margine dell’incontro si è tenuta l’inaugurazione della mostra del fotografo Tonino D’Ambrosio dedicata alla storia del calcio cittadino. Il percorso espositivo è impreziosito con i numerosi trofei conquistati dal sodalizio biancazzurro negli anni. La mostra sarà visitabile tutti i sabati e le domeniche di giugno dalle 17.00 alle 19.00.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.