BRINDISI.Sabato apertura del Bosco urbano del Tommaseo

Sabato 12 giugno alle ore 10.30 ci sarà l’apertura ufficiale del Bosco urbano del Tommaseo. L’amministrazione comunale ha deciso di sistemare e mettere in sicurezza l’area di cinque ettari, nel rispetto delle peculiarità arboree presenti. 

Il fabbricato è stato recintato e interdetto per motivi di sicurezza. 

L’accesso è possibile dalla scalinata monumentale centrale e da una secondaria su viale Amerigo Vespucci (entrambe con scale) e da via Ciciriello dove si trova anche il parcheggio (che potrà contenere 220 auto non appena saranno tracciati gli stalli). Quest’ultima entrata è fruibile da tutti e priva di barriere architettoniche nei limiti consentiti da un vero e proprio bosco. 

Una metà dell’impianto vegetale è antecedente la realizzazione del Collegio Tommaseo; la restante è stata realizzata a completamento dell’istituto accademico.

L’unità boschiva è costituita prevalentemente da due generi arborei: Pinus ed Eucaliptus, il primo autoctono e con comportamento pioniero, il secondo, alieno e di indole invasiva. Sotto lo strato arboreo si è costituita spontaneamente una componente arbustiva con le tipiche specie della macchia mediterranea: Virtus communis L. (mirto), Pistacia lentiscus L. (lentisco) e Rhamnus aletarnus L. (alaterno).

La formazione a macchia è facilmente rintracciabile lungo il perimetro dell’intera area boschiva e in particolare a sud, lungo Viale Amerigo Vespucci.

Ad est, invece, si trova una formazione di Quercus ilex L. (leccio), che è la tipica specie quercina del tavoliere salentino. 

All’interno del sistema urbano, il Bosco urbano del Tommaseo costituisce un importante elemento di biodiversità dal quale la città potrebbe trarre vantaggio in termini di servizi eco-sistemici.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.