Mesagne (Br).Riapre il Castello comunale, potenziati i servizi per la gestione e l’accoglienza turistica

Il Comune di Mesagne, area Cultura e Turismo, informa che nell’ambito delle disposte riaperture dei presidi culturali, il Castello normanno-svevo – comprensivo del Museo del Territorio “Ugo Granafei” – riapre al pubblico.

A partire da sabato 12 giugno, per tutto il periodo estivo, sarà osservato il seguente calendario: lunedì dalle 17.30 alle 22.30; da martedì a domenica dalle 9 alle 13 e dalle 17.30 alle 22.30. Le chiusure potranno essere posticipate in occasione di eventi che dovessero richiedere un prolungamento dell’orario di apertura.

La gestione del Castello e del servizio di Informazione e Accoglienza Turistica si avvarrà della collaborazione di “IMPACT Coop. Sociale a.r.l. ONLUS”, qualificata realtà che da anni opera nel settore archeologico-culturale.

Saranno garantite visite guidate e laboratori didattici.

Il potenziamento del sistema di accoglienza ci permetterà di gestire al meglio l’importante e variegata presenza di turisti che attendiamo a Mesagne per i prossimi mesi.”, ha spiegato il sindaco Antonio Matarrelli.

Si potrà accedere su prenotazione ai servizi offerti chiamando al numero 0831.732285, mandando una mail a cultura@comune.mesagne.br.it o recandosi direttamente al Castello. L’ingresso sarà consentito sino ad un massimo di 10 visitatori per gruppo, nel rispetto delle misure di sicurezza vigenti.

“L’intento è quello di guidare i visitatori alla scoperta del ricco patrimonio culturale che la città offre, puntando la dovuta attenzione su ogni elemento che contribuisce al raggiungimento dell’ambizioso obiettivo”, ha spiegato Marco Calò, consulente cittadino alle Politiche culturali. In  collaborazione con Mimmo Stella, consulente per la Valorizzazione, Promozione e Tutela dei beni monumentali e museali, e attraverso l’ufficio competente, l’avv. Calò ha curato la definizione della Convenzione sottoscritta dal Comune e da “Impact”.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.