BRINDISI.Cerimonia di presentazione , sotto la scalinata virgiliana , della Regata Brindisi Corfù .

Ritorna un evento fondamentale per il territorio, che esalta il nostro mare, una grande risorsa come il porto, unisce, ancora una volta, Brindisi, la Puglia, la Grecia “.

Mancava, un evento che da 35 anni e più rappresenta un patrimonio della città e del territorio brindisino, unisce due storie, tradizioni, culture, Brindisi, la Puglia, la Grecia . E, al centro di tutto, il mare, il porto brindisino, bellissimo, che da gioia, serenità, tenerezza, una grande risorsa che va maggiormente salvaguardata, consolidata, condivisa.

E’ la Regata Brindis- Corfù, partita proprio in queste ore , con più di 100 imbarcazioni iscritte, ma, al momento in cui scriviamo, il numero di adesioni potrebbe anche essere aumentato, segno di una partecipazione, un entusiasmo sempre rinnovato, nonostante le gravi difficoltà e problematiche create dall’ emergenza Covid e le conseguenti limitazioni e restrizioni .

E sabato sera, sotto la Scalinata Virgiliana , la cerimonia di presentazione ,con un membro ciascuno a rappresentare gli equipaggi iscritti e alla presenza delle istituzioni, le autorità, rappresentanti della Federazione Italiana Vela, del title Sponsor Sanofi, il Console onorario della Grecia avv. Antonella Mastropaolo .

La conduzione, ancora una volta, del giornalista brindisino di Mediaset Mino Taveri, gli interventi, significativi, tra gli altri, del Sindaco di Brindisi Riccardo Rossi e del rappresentante della Regione Puglia e l’ Autorità Portuale di Sistema avv. Francesco Mastro , che hanno ribadito “ l’ importanza, anche strategica, di un evento che coinvolge tutta la comunità pugliese, legato al mare, al porto brindisino su cui, la Regione, l’ Amministrazione Comunale e l’ Authority, stanno lavorando attraverso iniziative e progettualità condivise “.

IL primo cittadino, poi, nella Video Intervista, ha sottolineato “ il legame, non casuale, tra patrimoni della città e del territorio quali la Regata Brindisi – Corfù, gli eventi di riapertura e inaugurazione del Castello Alfonsino – Forte a Mare e del Bosco Urbano all’ interno dell’ ex Collegio Tommaseo, che evidenziano un percorso nuovo, tanto atteso, di sviluppo di una città che ha infinite risorse “.

Dietro ogni evento, naturalmente, c’è un organizzazione che richiede tempo, pazienza, sinergie, un impegno capillare e quotidiano che tuttavia deve fare i conti anche con imprevisti e difficoltà . Elementi evidenziati, nel proprio intervento, dal Presidente del Centro della Vela di Brindisi Fabrizio Maltinti . “ Avere più di 100 imbarcazioni iscritte è per noi un grande motivo di orgoglio e soddisfazione, ulteriore segno della grande passione e amore verso un evento che è finalmente ritornato, nonostante le misure di restrizione e limitazioni con cui dobbiamo ancora fare i conti, e le difficoltà che abbiamo dovuto affrontare e risolvere in breve tempo . Ma rieccoci qui, anche consapevoli dell’ importanza di questa manifestazione per lo sviluppo del nostro porto e una certa internazionalizzazione, comprovata dall’ adesione e partecipazione di diverse imbarcazioni straniere“.

Allora, come dice lo stesso Fabrizio Maltinti, “buon vento in faccia a tutti“.

Foto Marcello Altomare

VIDEO INTERVISTE


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.