In Puglia le “ricette matematicamente sostenibili”

Legami e curiosità tra cibo e numeri in un nuovo format e in cinque video. Protagonisti il cuoco Peppe Zullo, un prof di matematica e una splendida modella 

Un grande chef, un professore di Matematica e Fisica, una modella: tutti e tre di Orsara di Puglia e col mondo in poppa. Saranno loro i protagonisti di un intrigante connubio: quello tra numeri e cucina. Sono questi gli ingredienti di “Photo & Food – Ricette matematicamente sostenibili”: un progetto che, grazie alla preziosa professionalità di un fotografo, un grafico e un video maker, proporrà gli intrecci più curiosi e gustosi tra la matematica e l’arte culiaria. Lo chef è Peppe Zullo, ambasciatore della cucina ‘dalla terra alla tavola’; il prof è Rocco Dedda, ideatore del social-format “Un quarto d’ora col prof” con circa 40mila follower; la modella è Marialuigia Cericola, professionista apprezzata in tutta Italia e già protagonista di importanti progetti. Loro saranno gli ‘attori’ di 5 video e set fotografici che illustreranno sui social le “ricette matematicamente sostenibili”. Dietro telecamera, obiettivo fotografico e grafiche, invece, ci saranno rispettivamente Giuseppe Pirro, Patrizio De Michele e Michele Labruzzo.   

Il primo video, che uscirà a breve, riguarderà le connessioni tra la cucina dei fiori, la sezione aurea e i numeri di Fibonacci.

Peppe Zullo preparerà dei piatti tematici utilizzando i prodotti a Km zero delle proprie tenute di Villa Jamele e Nuova Sala Paradiso.

I video che seguiranno al primo indagheranno il rapporto tra onde elettromagnetiche e cucina, cibo pitagorico e tipicità della cucina orsarese, con ingredienti speciali come la borragine e la zucca.

Al centro del progetto ci sono territorio, sapori e talenti di Orsara e dei Monti Dauni. Nel ‘rettangolo di gioco’ entrano con colori e geometrie l’Orto dei Sapori perduti di Peppe Zullo, i talenti e la bellezza di un paesaggio ambientale e umano fatto di natura, bellezza e creatività.

“I video sono anche un modo per lavorare insieme e valorizzare tutta una serie di aspetti del nostro territorio, in un modo nuovo”, spiega Rocco Dedda.

“Passione, gusto e bellezza sono legati ai numeri e alla scienza molto più di quanto pensiamo”, gli fa eco Peppe Zullo. “La ricetta perfetta è un ideale di equilibrio tra gusto, salubrità, radici culturali e sguardo verso il futuro, senza dimenticare la bellezza dei piatti che è un elemento fondamentale. Forma e sostanza vanno sempre a braccetto quando si parla di eccellenze vere”, aggiunge Marialuigia Cericola. Le “ricette matematicamente sostenibili”, dunque, un po’ per gioco e con un tocco di serietà che non guasta mai, sono uno strumento di divulgazione per ‘spiegare’ in modo diretto e disincantato i tanti valori umani, ambientali e culturali di un territorio, quello di Orsara e della provincia di Foggia, caratterizzato da ricchezza e complessità che hanno ancora molto da raccontare, per farsi apprezzare in tutto il mondo.

I video saranno pubblicati sui profili social di Rocco Dedda e del suo format “Un quarto d’ora con il prof”: canale YouTube https://www.youtube.com/UnquartodoraconilProf, sito web https://unquartodoraprof.wixsite.com/website, profilo Instagram https://www.instagram.com/prof.roccodedda/, profilo TikTok https://www.tiktok.com/@prof.roccodedda, Pagina   Facebook    https://www.facebook.com/prof.roccodeddaGruppo Facebook https://www.facebook.com/groups/2267005366763345.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.