CONFCOMMERCIO BRINDISI – ELETTO IL NUOVO PRESIDENTE DELLA FIVA (FEDERAZIONE ITALIANA VENDITORI AMBULANTI)

Si è svolta a Francavilla Fontana l’assemblea elettiva per il rinnovo degli organi sociali della Fiva/Confcommercio Brindisi (Federazione Italiana Venditori Ambulanti).

I lavori sono stati aperti dal coordinatore provinciale della Fiva Tommaso Attanasi che ha portato i saluti dalla Presidente di Confcommercio Brindisi Anna Rita Montanaro, impossibilitata a presiedere ai lavori.  

Dopo di che è intervenuto il vice Presidente nazionale e Presidente regionale della Fiva Andrea Nazzarini il quale si è soffermato sulle gravi problematiche con cui il comparto è costretto a convivere, anche a causa dell’emergenza sanitaria. Gli ambulanti pugliesi sono circa 15.000, con più di 27.000 addetti, a dimostrazione del “peso” che ha la categoria nel tessuto economico pugliese.

Ha ribadito, inoltre, l’impegno con cui la Fiva, a livello nazionale, interloquisce con enti locali e con il Governo affinché vengano adottate le misure necessarie per la ripresa ed il rilancio delle attività su aree pubbliche.

Al termine del dibattito si è proceduto con l’approvazione del regolamento interno della Fiva di Brindisi e con l’elezione del Presidente e del Consiglio direttivo.

Ai vertici della Fiva della provincia di Brindisi è stato eletto per acclamazione Antonio Caprino, mentre faranno parte del consiglio direttivo Leonardo Cavallo, Vito Antonio Di Nunzio, Stefano Marinosci (vice presidente) e Mario Patisso.

Su proposta del Presidente Nazzarini, poi, è stato rinnovato all’unanimità l’incarico di coordinatore provinciale a Tommaso Attanasi.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.