FS ITALIANE, TRENITALIA: ARRIVANO I PRIMI DUE TRENI POP IN PUGLIA

      saranno 12 entro la fine dell’anno, 43 in tutto nei prossimi anni

  • 288 milioni di euro l’investimento per il loro acquisto di cui 123,5 finanziati dalla Regione Puglia

Da domani in circolazione sui binari della Puglia i primi due treni POP, i convogli regionali più moderni di Trenitalia. Saranno 43 in totale i nuovi treni in arrivo nei prossimi anni che rinnoveranno totalmente il parco mezzi, facendo della Puglia una delle regioni con la flotta più giovane d’Italia. Entro la fine dell’anno è prevista la consegna di altri 10 treni.

 

I nuovi POP rientrano nel Contratto di Servizio valido fino al 2032 – sottoscritto a giugno 2018 tra Regione Puglia e Trenitalia – che prevede investimenti per oltre 350 milioni di euro, di cui circa 288 destinati all’acquisto di nuovi treni con un finanziamento della Regione Puglia pari a 123,5 milioni. Nei prossimi anni l’età media dei convogli pugliesi passerà dai 29 anni del 2017 a 4 anni.

 

L’ESTATE DI TRENITALIA IN PUGLIA

 

Con più di 200 corse regionali che collegano ogni giorno 68 località della Puglia, Trenitalia offre una serie di collegamenti verso le altre città turistiche della regione. Quest’estate sono attivi dei collegamenti treno + bus che arricchiscono ulteriormente l’offerta.

 

Tra questi i link per San Giovanni Rotondo, le Grotte di Castellana, la Valle d’Itria e Matera. Per chi preferisce il mare sono attivi i collegamenti alle spiagge di Rodi Garganico, ViesteMonopoli e del Salento.

 

Per incentivare l’uso del treno Trenitalia propone anche quest’estate una serie di sconti e promozioni consultabili su https://www.trenitalia.com/it/treni_regionali/offerta-estiva-regionale.html


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.