«Innalzare lo stendardo», appuntamento con «La Scamiciata» sabato 19 giugno in piazza Ciaia

Il vessillo della protettrice della città di Fasano, Maria SS. di Pozzo Faceto verrà issato sulla torre civica dell’orologio

Lo stendardo sulla torre civica dell’orologio nella centralissima piazza Ciaia, per ricordare, dal cuore di Fasano, il 43mo anniversario della rievocazione storica del 2 giugno. 

L’appuntamento è sabato 19 giugno: alle ore 19:30 «La Scamiciata» sarà in piazza Ciaia con la cerimonia «Innalzare lo stendardo».

Al suono dei tamburi e delle chiarine, allo sventolio delle bandiere, il vessillo della protettrice della città di Fasano, Maria SS. di Pozzo Faceto verrà issato sulla torre civica dell’orologio, con la partecipazione dei figuranti in costume del XVII sec.

L’evento è organizzato dal comitato Giugno Fasanese. 

«Non abbiamo potuto come ogni anni tenere la tradizionale rievocazione storica della Scamiciata per tutte le restrizioni legate all’emergenza Covid, ma Fasano non dimentica una delle pagine più importanti del suo popolo – spiega il sindaco Francesco Zaccaria –. L’evento di sabato, come anche la rappresentazione portata in scena il 2 giugno al teatro Sociale in collaborazione con il TPP rientrano nella volontà di onorare al meglio questa ricorrenza. Ringrazio l’associazione Giugno Fasanese per l’impegno che ha sempre profuso e che sta dimostrando anche in questi difficili mesi per rievocare la scamiciata. Un evento che Fasano celebra con il doveroso tributo che si deve riconoscere a uno dei momenti più importanti della costruzione della nostra identità».


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.