COVID PUGLIA, GEMMATO:”EMILIANO CHIUDE LA PUGLIA AI TURISTI MA APRE AI MIGRANTI”

Si continua a chiedere sacrifici agli italiani, in estate, con il caldo infernale, per scongiurare il diffondersi delle varianti. Ieri il presidente della regione Puglia, Michele Emiliano, ha lanciato l’appello agli stranieri:
 
“Non venite in Puglia”, e ha imposto regole rigide per gli italiani che scelgono la Puglia come meta turistica. Poi, invece, sulla costa salentina sbarcano (accaduto ieri a Portoselvaggio) 83 migranti tra i bagnanti, soccorsi dalle autorità del posto e poi distribuiti nei vari centri di accoglienza.
 
Con quale protocollo? Con quali certezze che non siano arrivati (o che altri non ne arrivino) già contagiati? Quanti di loro poi, per eludere i controlli sanitari, fuggono prima di essere tamponati? Ormai ci stiamo riabituando all’arrivo di barchini e barconi carichi di esseri umani in cerca di fortuna qui in Italia, ma è quanto mai necessario, ora, stabilire dei paletti, delle regole chiare e precise. Faccio appello ai colleghi pugliesi che sono al governo: fatevi sentire, non solo con i proclami perbenisti a favore dell’accoglienza. Serve un criterio nel rispetto dei sacrifici che tutti gli italiani hanno fatto quest’anno.

 

 
Così l’on. Marcello Gemmato, coordinatore regionale Fratelli d’Italia Puglia


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.