BRINDISI.Ora tocca a noi: Da Palazzo Guerrieri alle “Case di Quartiere”

Domani martedì 29 giugno alle ore 18.00 si terrà l’assemblea di comunità promossa da Palazzo Guerrieri. 

Dopo il ciclo di incontri di presentazione dei risultati dei progetti sviluppati con il  “Laboratorio di Innovazione Urbana” faremo il punto sulle esperienze maturate in questi primi due anni di lavoro. 

Presenteremo la rete dei processi attivati grazie al supporto di Palazzo Guerrieri: dalle nuove realtà che prendono piede accedendo ai bandi regionali per l’imprenditoria giovanile, agli spazi riqualificati grazie alle misure attivate dall’amministrazione. 

L’iniziativa vedrà inoltre la partecipazione dell’Assessore Regionale al Welfare Rosa Barone, insieme alla quale presenteremo la nuova misura regionale “Hub di innovazione sociale”, attraverso cui con un finanziamento da 2,2 milioni di euro avvieremo il nuovo progetto delle “Case di Quartiere”.

“Siamo nel pieno di un percorso volto a concretizzare a Brindisi un nuovo modello di governo caratterizzato da una stretta alleanza tra cittadini e amministrazione” – dichiara il Consigliere Comunale Giulio Gazzaneo, delegato a Palazzo Guerrieri – “dai progetti del “Laboratorio di innovazione urbana” alla rete delle “Case di Quartiere” stiamo investendo sull’attivazione della comunità sui temi dell’innovazione economica e dei servizi di prossimità.” 


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.